Inchiesta "Dama nera", Empedocle2 precisa che Tecnis non si occupa più della Ss640

Inchiesta "Dama nera", Empedocle2 precisa che Tecnis non si occupa più della Ss640

In riferimento alle notizie di stampa relative all’inchiesta “Dama nera” della Gdf e della Procura di
Roma e ai lavori di ammodernamento della strada statale 640 in Sicilia, la Società Empedocle2
Scpa precisa che Tecnis non si occupa più dei lavori di ammodernamento della SS 640 “Agrigento-Calttanissetta”. C.M.C. di Ravenna ha, infatti, acquisito le quote della Tecnis e della Ccc e rimane l’unica impresa legata ai lavori, commissionati dall’Anas. In particolare, si precisa che lo scavo della “Galleria Caltanissetta”, realizzato con l’ausilio della Tbm, continua. Recentemente, infatti, è stato completato il primo tunnel di 4 Km, con l’abbattimento del diaframma della galleria. Completato lo scavo, la Tbm, dal diametro di 15,08 metri, sarà smontata e rimontata per scavare l’altro tunnel. Nell’ambito dell’inchiesta sull’Anas, tra gli arrestati dalla Guardia di Finanza ci sono due noti imprenditori catanesi ai vertici della società Tecnis, Francesco Domenico Costanzo e Concetto Bosco Lo Giudice. La Tecnis, colosso imprenditoriale del Sud Italia, si è aggiudicata appalti pubblici per quasi 800 milioni di euro l’anno tra i quali un lotto del viadotto “Scorciavacche”, sulla Palermo-Agrigento, franato una settimana dopo l’inaugurazione nel dicembre scorso.