Inaugurata “Una stanza tutta per sé” nella Caserma dei Carabinieri di Gela

Inaugurata “Una stanza tutta per sé” nella Caserma dei Carabinieri di Gela

A Gela, è stata inaugurata all’interno della caserma M.O.V.M. “Sebastiano D’IMME’”, Sede del Reparto Territoriale dei Carabinieri, l’aula per le audizioni denominata “Una stanza tutta per sé”. La sobria cerimonia si è svolta con la partecipazione di S.E. il Prefetto di Caltanissetta, Maria Teresa Cucinotta, del Comandante Provinciale dei Carabinieri di Caltanissetta, Colonnello Gerardo Petitto, della presidente del Soroptimist Club di Gela, Maria Grazia Falconeri, , dell’Assessore Comunale di Gela con delega ai Servizi Sociali, Licia Abela, e della presidente del Consiglio Comunale, Alessandra Ascia, del Procuratore Capo della Repubblica di Gela, Fernando Asaro, nonché di numerosi rappresentanti delle forze di polizia del territorio. Il progetto di realizzazione di un ambiente accogliente per svolgere audizione di donne e minori vittime di violenze fisiche e morali nasce dalla sinergia tra il Soroptimist Club d’Italia ed il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri. Il club gelese ha voluto-con proprie professionalità e con la disponibilità delle socie-donare alla caserma di Gela questa possibilità di un approccio riservato e maggiormente tranquillo alle vittime di delitti violenti. D’altro canto i Carabinieri hanno rinnovato la disponibilità di professionalità sensibili e preparate ad affrontare il delicato impatto emotivo di queste vittime. Dopo una prima fase caratterizzata dagli interventi della presidente del Soroptimist di Gela e del Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, nonché dall’illustrazione dei contenuti e del progetto della sala realizzata dall’Architetto Lucia Marilena Rampanti, e dell’indirizzo di saluto del Prefetto, le autorità hanno proceduto all’inaugurazione dello spazio creato all’interno della Caserma dell’Arma, con la benedizione impartita da Padre Bentivegna.