Il Pd torna compatto: " Entro giugno Ruvolo deve dare risposte alla città"

[embed_video id=78464]La scorsa settimana la conferenza stampa dei consiglieri Pd Dolce e Petitto, nel corso della quale veniva chiesto l’azzeramento della giunta Ruvolo. Il pd inizialmente prende le distanze dai due consiglieri, poi si rinisce la direzione cittadina, ed è pace fatta. Il Pd torna compatto, e se il sindaco Ruvolo entro giugno non manterrà i programmi stilati in sede di alleanza il pd chiederà l’azzeramento della giunta. Queste le pecche indicate dal Pd : caos amministrativo su revisione del Prg, finanziamenti fantasma dell’Unione Europea e quindi inesistente Ufficio Europa, mancata riorganizzazione e digitalizzazione degli uffici, cattiva gestione degli impianti sportivi, mancata programmazione delle attività e di rilancio delle strutture culturali, su tutte il centro polivalente “Michele Abbate”. E poi una Settimana Santa organizzata senza ritorni in chiave turistica, un’Amministrazione comunale incapace di saper organizzare nei tempi giusti i punti di ristoro lungo il percorso delle processioni così da ridare decoro e dignità tanto al centro storico quanto ai riti religiosi, stagione teatrale affidata al maestro Moni Ovadia che ha “peccato” di una scarsa promozione sul piano della comunicazione e di un coinvolgimento di compagnie teatrali locali, con il risultato di poche presenze di pubblico. Un disastro a tutto tondo che viene bollato da Francesco Dolce e Annalisa Petitto come un fallimento “dal quale prendiamo le distanze”.