Il comune di Niscemi disponibile ad accogliere cinque salme di migranti

Il comune di Niscemi disponibile ad accogliere cinque salme di migranti

In seguito alle operazioni di recupero delle circa 700 salme di migranti vittime l’anno scorso del naufragio del 18 aprile che si verificò nel Canale di Sicilia e giacenti pressoché a 370 metri sotto il livello del mare nelle stive di un peschereccio, l’Amministrazione comunale presieduta dal sindaco Francesco La Rosa, commossa e sensibile alle tante tragedie umane del mare scaturite dai viaggi disperati per la speranza intrapresi da intere colonie di migranti, molti dei quali hanno perso la vita annegati, ha comunicato con una lettera indirizzata alla prefettura di Caltanissetta, la disponibilità ad accogliere 5 delle salme dei migranti recuperati e da inumare nei campi comuni del cimitero della città.

“Il nostro cimitero”, afferma il sindaco Francesco La Rosa,”non riesce a soddisfare il fabbisogno della comunità.

In questi giorni si stanno liberando 80 loculi con concessioni scadute, ma le richieste di loculi da parte dei concittadini che hanno defunti nei campi comuni e tumulati provvisoriamente nei sepolcreti sono circa 300.

Ciò nonostante, sentiamo fortemente il dovere, come Comune di Niscemi, mossi da sentimenti di umana solidarietà, di spirito cristiano, di condivisione del dolore di fronte ad una così grande tragedia del mare, ad accogliere 5 delle salme recuperate di questi nostri fratelli migranti, affinché possano avere degna sepoltura anche nei campi comuni del nostro cimitero.

Ciò nonostante”, conclude il sindaco Francesco La Rosa, “ è opportuno puntualizzare che l’Amministrazione comunale condanna fortemente chi sfrutta l’immigrazione clandestina, essendo anche dell’idea, ad evitare future e dolorose tragedie del mare, che sia opportuno attuare scelte politiche volte a garantire la sopravvivenza dei migranti nei loro territori”.

Il Comune di Niscemi inoltre, ha anche diramato un avviso pubblico per i titolari di concessioni di sepolcreti in cui si legge:”la prefettura di Caltanissetta ha chiesto all’Amministrazione comunale l’individuazione del maggior numero possibile di luoghi per l’inumazione di salme e, considerata la limitata capienza dei campi comuni del nostro cimitero, si chiede ai concessionari di sepolcreti, la disponibilità di loculi per la tumulazione.

Gli interessati potranno comunicare la disponibilità alla Ripartizione lavori pubblici sita vicino il campo sportivo”.