I "Nipotini Sancataldesi" consegnano i doni agli anziani delle case di riposo:torneremo a tenerci per mano

I "Nipotini Sancataldesi" consegnano i doni agli anziani delle case di riposo:torneremo a tenerci per mano

Dopo il grande successo dell’iniziativa “Un Giocattolo per un sorriso” in cui sono stati consegnati centinaia di giocattoli ai bambini bisognosi, il gruppo facebook “San Cataldo ripartiamo insieme” amministrato da Claudio Lipari e l’associazione “Un gesto per un sorriso” di Michele Falzone, hanno donato 80 pensierini anche agli anziani delle case di riposo e ad altre associazioni. “Nipotini Sancataldesi”, questo è il nome di questa nuova iniziativa che grazie alla preziosa collaborazione dei Sancataldesi, dell’associazione ImpresAbile che ha donato diverse icone sacre, la Caritas con la donazione di diversi libri e di tutti gli artigiani che hanno realizzato con le proprie mani i pensierini, è stato possibile realizzare anche questo miracolo di Natale. Questa volta i bambini non hanno ricevuto regali ma, al contrario, hanno donato una preziosa letterina con un proprio pensiero per stare vicino ai loro “nonnini” delle case di riposo. Tantissime le lettere ricevute, in molte delle quali i bambini hanno disegnato la propria manina con scritto “questa è la mia manina che ti accarezza”.  Un pensiero è andato anche all’associazione Disabili di San Cataldo che hanno apprezzato tantissimo un braccialetto simbolico donato in segno d’augurio. Ringraziano il Presidente Giovanni Pilato ed il tesoriere Rosario Lo Cascio per l’affettuoso gesto nei confronti dei ragazzi presenti in associazione. Questo è il vero senso del Natale – dice Claudio Lipari – un caloroso gesto vale più di ogni regalo costoso, possa la nostra iniziativa far risvegliare i cuori di tutti e sensibilizzarli a stare vicino ai più deboli e agli anziani che hanno solo bisogno di qualche attenzione in più o di vedere più spesso i propri familiari. – conclude Michele Falzone – la pandemia ha portato tanti brutti eventi ma a livello umano stiamo ricevendo tante soddisfazioni. Continuiamo a lavorare tutti insieme affinché nessuno venga emarginato dalla società.