I NAS sequestrano 200 kg di carne in un agriturismo dell'ennese

I NAS sequestrano 200 kg di carne in un agriturismo dell'ennese

Domenica 31 maggio i Carabinieri del Comando Compagnia di Nicosia unitamente a quelli del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Catania,  collaborati da personale dell’ASP 4 di Enna, hanno eseguito un controllo igienico sanitario presso un noto agriturismo situato tra il comune di Nissoria e Nicosia. La verifica ha permesso di accertare carenze igienico sanitarie e violazione delle norme sulle custodia degli alimenti. L’ispezione ha riguardato tutti i locali dell’azienda agrituristica, nonché il controllo dell’area esterna di circa 30 ettari di terreno destinata a custodia e pascolo di animali. All’interno del locale ristorante veniva accertata la presenza di una dispensa e di un cella frigorifera per alimenti, con all’interno scaffalature totalmente arrugginite e con cibi e bevande adagiati sopra i ripiani. Sempre all’interno del vano refrigerato vi erano: 200 kg circa di carne surgelata di vario tipo, custodita in cattivo stato di conservazione poiché rinvenuta gettata alla rinfusa, priva di protezione, con evidenti segni di necrosi e bruciatura da freddo, nonché in parte scaduti di validità e prive di tracciabilità, elementi quest’ultimi che inficiano la salubrità e la bontà dei prodotti stessi; prodotti ittici vari scaduti di validità già da 2 mesi circa. Nella parte esterna del locale vi erano delle celle frigo in carenti condizioni igienico sanitarie con scaffalature in metallo completamente arrugginite ed all’interno frutta, ortaggi e bevande varie adagiate sui ripiani. Tutta la carne e gli altri alimenti sono stati posti sotto sequestro. Il titolare dell’agriturismo S.F. 39 enne è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Enna per detenzione di alimenti in cattivo stato di conservazione ed in stato di alterazione. Nel corso del controllo sono state elevate altresì violazioni amministrative per carenze igienico sanitarie dei locali per un importo di 2000 Euro.

 

Leave a comment

Rispondi