I libri del Maestro Nisseno Alfonso Torregrossa , tutti esauriti in pochi mesi: "Il successo è quello di tutti i miei allievi e appassionati di Arti Marziali"

I libri del Maestro Nisseno Alfonso Torregrossa , tutti esauriti in pochi mesi: "Il successo è quello di tutti i miei allievi e appassionati di Arti Marziali"

Il Maestro Alfonso Torregrossa , racconta: “Durante il lockdown le emozioni erano tante e sentivo il bisogno di interloquire con tutti i miei allievi Italiani e esteri e mettere tutto per iscritto, così ho iniziato a scrivere ogni giorno . Quando poi l’emergenza si era affievolita, con alcuni miei studenti abbiamo preparo tutte le foto.

Alla fine sono usciti 4  libri in italiano e uno in inglese , pubblicati su Amazon . Spaziando dal Jujitsu , Aikijujutsu, Karate Kyokushinkai e Krav Magà .

Da ogni parte d’Italia , Europa, America , Giappone , nel giro di pochi mesi quasi tutte vendute le copie dei libri di Alfonso Torregrossa  .

Una vendita tanto eccezionale da spingere una ristampa per esaudire le numerosissime richieste dei lettori , anche in inglese . Entro la prossima settimana tornerà su amazon  il nuovo volume a colori di 232 pagine, dedicato alla Difesa Personale , in cui Torregrossa , illustra in modo chiaro e scorrevole come acquisire l’autostima necessaria per gestire la paura imparando a difendersi e prevenire ogni attacco a 360°.

E’ un po’ difficile, oserei dire imbarazzante commentare un successo personale di queste proporzioni, in meno di pochi mesi . Io posso commentarlo cioè spiegarmelo solo così. Il successo è quello di tutti i miei allievi e appassionati di Arti Marziali , che li hanno comprati perché comprandoli hanno imparato a valorizzare veramente le Arti Marziali.  Nei miei libri racconto tutta la verità , scrivo quello che ho maturato in 45 anni di pratica in Italia , all’estero  e in Giappone.

Nell’immaginario di chi non pratica le arti marziali , le persone che si dedicano alla pratica di queste discipline sono considerate violente, questa errata visione è anche una conseguenza dell’atteggiamento dei media che troppo spesso, per fini chiaramente utilitaristici, esaltano gli aspetti più crudi delle arti marziali .

Per non parlare del cinema e delle sue distorsioni. La mia posizione da Educatore Sportivo , Life Coach sull’argomento “violenza” è piuttosto netta: la violenza infatti è per me una caratteristica del tutto personale (del singolo atleta come della singola persona) e quindi non necessariamente insita in una particolare disciplina sportiva.

Non sono incivili e violenti, ad esempio, certi atteggiamenti di molti giocatori di calcio, che cercano di ledere l’ avversario fuori dalle regole e dal contesto del gioco? Per non parlare del comportamento di molti tifosi, che convogliano la loro espressione quotidiana in esplosioni di violenza ! Eppure il calcio è uno sport “stimato” e seguito praticamente da tutti!

La corretta pratica di una disciplina marziale  , sotto la guida di un buon insegnante , invece, aiuta a conoscere la parte oscura, quella più istintuale di noi stessi, spesso repressa o mal convogliata, facilitando, con la pratica costante, l’apprendimento del cosiddetto “auto-controllo”.

Allenarsi seriamente nei dojo certificati con docenti specializzati porta quindi ad una maggiore consapevolezza di se stessi e consente ai praticanti di affrontare la vita ed il rapporto con gli altri in un’ ottica più serena.

Per quanto mi riguarda, io penso che un Maestro, degno di questo nome, oltre ad insegnare l’umiltà, deve dare l’esempio sentendo forte  la responsabilità verso chi pone piena fiducia in lui, mettendosi  nelle sue mani.

Un bambino che pratica le arti marziali e che ha capito i valori, è un bambino che non si troverà mai in situazioni di rissa o di pericolo e che non rimarrà offeso per lo “spintone” di un compagno. Un bambino esperto di arti marziali ( dal Jujitsu , Aikido , Karate )  saprà sempre fare la scelta giusta per prevenire i pericoli o uscire da brutte situazioni e capirà che il metodo più efficace è proprio quello di evitare di combattere. Un bambino  che ha percepito questi insegnamenti è sicuramente migliore anche del più esperto tra i combattenti.

Praticare arti marziali oggi significa accrescere oltre al proprio status fisico, anche e soprattutto quello mentale che ognuno di noi possiede. Per questo le persone che decidono di frequentare un corso di arti marziali spesso sono individui che ricercano la consapevolezza delle proprie capacità e qualità. Le arti marziali possono sicuramente dare una mano a trovare la propria identità”

“Grazie a tutti, nessuno escluso. Un grazie particolare a tutti i mie studenti che hanno partecipato al mio progetto fotografico . In attesa di poter nuovamente praticare in sicurezza in tutti i nostri centri sportivi” .