I giovani di San Cataldo chiedono al Comune di aderire ai contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana

I giovani di San Cataldo chiedono al Comune di aderire ai contributi per investimenti in progetti di rigenerazione urbana

I giovani che hanno fatto parte della Consulta Giovanile, che hanno collaborato con il Comune di San Cataldo per la presentazione dei progetti “Sport nei Parchi” e “Mediterraneity”, si muovono ancora una volta per segnalare un’importante opportunità per la nostra Città.

In data odierna è stata inviata una nota alla Commissione Straordinaria e ai Responsabili del Settore Tecnico e dell’Edilizia, con la richiesta di attivarsi per aderire ai contributi messi a bando dal Ministero dell’Interno per investimenti in progetti di rigenerazione urbana.

Si tratta dell’assegnazione, a Comuni con popolazione compresa tra i 15.000 e i 49.999 abitanti, di somme fino a 5 milioni di euro, per progetti volti alla riduzione di fenomeni di marginalizzazione e degrado sociale, nonché al miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale ed ambientale, così come previsto dalla legge di bilancio 2020. L’istanza deve essere presentata entro il 4 giugno 2021.

Oggetto dell’investimento devono essere singole opere pubbliche o insiemi coordinati di interventi pubblici nei seguenti ambiti:

a) manutenzione per il riuso e rifunzionalizzazione di aree pubbliche e di strutture edilizie esistenti pubbliche per finalità di interesse pubblico;

b) miglioramento della qualità del decoro urbano e del tessuto sociale e ambientale, anche mediante interventi di ristrutturazione edilizia di immobili pubblici, con particolare riferimento allo sviluppo dei servizi sociali e culturali, educativi e didattici, ovvero alla promozione delle attività culturali e sportive;

c) mobilità sostenibile.

Le richieste devono indicare il CUP dell’opera, devono essere coerenti con le finalità sopra descritte e devono essere inserite nella programmazione degli enti locali.

Alla luce della delibera della Commissione Straordinaria del 23.02.2021 con cui è stato approvato il programma triennale delle opere pubbliche, si evince che il Comune ha già previsto per il 2021 la realizzazione di n.4 opere pubbliche. Tra quelle invece inserite in programmazione, che riteniamo possano rientrare tra gli obiettivi fissati dal Ministero dell’Interno, indichiamo le seguenti:

1. Lavori di completamento del campo da tennis Cristo Re: € 206,000.00;

2. Realizzazione di impianti fotovoltaici per il contenimento energetico: € 950,000.00;

3. Riqualificazione della Piazza Madrice, della Piazza S. Giuseppe e della Via Roma: € 1,845,000.00;

4. Lavori di realizzazione di area a verde di proprietà comunale a valle della Via Mimiani: € 258,228.45;

5. Lavori per la realizzazione dell’area di protezione civile destinata ad ammassamento e ricovero ubicata nel quartiere Santa Maria di Nazareth: € 1,000,000.00;

6. Consolidamento nell’ambito del centro storico (ex zona franosa) con interventi nelle strade: Via Quatra e Via Casale(tratto): € 826,138.33.

Com’è evidente si tratta di opere importanti dal punto di vista sociale, grazie alla possibilità di avere un nuovo campo da utilizzare per i diversi sport praticati in Città e un’area verde nella frequentata Via Mimiani, ma anche dal punto di vista economico, considerata l’opportunità di installare impianti fotovoltaici che garantirebbero un notevole risparmio al nostro Ente. Infine, gli altri progetti sono essenziali dal punto di vista edilizio, con la riqualificazione di parti consistenti del centro storico.

Abbiamo chiesto alla Commissione Straordinaria e agli Uffici di attivarsi al più presto per verificare quali opere possono essere inserite nella richiesta di contributo così da procedere con la compilazione della domanda entro i termini di scadenza.

Come fatto in questi mesi noi ci mettiamo a disposizione, non solo per incontrare la Commissione Straordinaria e gli Uffici, ma per collaborare concretamente, in qualsivoglia forma, al fine di individuare le opere da finanziare e presentare la domanda, con la speranza di vedere la realizzazione di opere strategiche per il Comune di San Cataldo.

I giovani che hanno fatto parte della Consulta Giovanile