Guasto nella rete, attivo Gruppo di sorveglianza di Caltaqua

Guasto nella rete, attivo Gruppo di sorveglianza di Caltaqua

E’ pienamente operativo da ieri il Gruppo di sorveglianza – attivato presso la direzione tecnica di Caltaqua – Società Acque di Caltanissetta SpA, gestore unico del servizio idrico nella provincia di Caltanissetta -, per monitorare 24 ore su 24 l’evolversi della situazione dopo il guasto nella rete di pertinenza di Siciliacque (società partecipata della Regione Siciliana) che ha avuto, e sta avendo, pesanti ed inevitabili riflessi sulla distribuzione soprattutto nelle zone di Gela, Niscemi, Butera, Riesi e Mazzarino.<br />Rammentando che i quantitativi di risorsa idrica che quotidianamente affluiscono da Siciliacque sono indispensabili per garantire una costante erogazione sul territorio (considerato che la provincia di Caltanissetta non ha, in tal senso, piena autonomia), Caltaqua evidenzia che la comunicazione relativa al guasto alla condotta Blufi da parte di Siciliacque sia avvenuta solamente per via telefonica e senza alcuna indicazione in ordine ad alcuni parametri essenziali a cominciare dal presumibile tempo di ripristino della regolare erogazione. Circostanza questa che ha reso più complessa e problematica l’attivazione – comunque ovviamente avvenuta – da parte di Caltaqua di tutte le azioni utili per contenere al massimo i disagi per l’utenza. Gli sforzi che l’azienda ha prodotto e sta producendo in maniera più significativa sono stati da subito rivolti, in modo particolare, a mitigare i disagi che i disservizi provocati dallo stop nel rifornimento da parte di Siciliacque hanno su scuole, strutture sanitarie e sedi istituzionali delle aree del territorio provinciale più direttamente interessate.<br />Caltaqua, infine, ha anche scritto alla stessa Siciliacque – oltre che alla Prefettura e ad altri soggetti istituzionali come il Consorzio Ato idrico CL6 – sollecitando immediati chiarimenti sulla irritualità delle procedure seguite nella circostanza per segnalare il guasto e sulla lacunosità della comunicazione che ha privato il gestore del servizio idrico di essenziali elementi di valutazione per una corretta e tempestiva analisi della portata dell’inconveniente segnalato. Tutto ciò soprattutto nell’interesse dell’utenza che, specie in simili circostanze, ha necessità di avere oltre ad interventi adeguati anche informazioni chiare e tempestive circa l’evolversi della situazione. Caltaqua, pur non avendo alcuna responsabilità, si scusa con l’utenza assicurando il massimo e costante impegno per ripristinare nel più breve tempo possibile il normale servizio. <p style="text-align: right;"><strong>Caltaqua</strong>

Leave a comment

Rispondi