Gela. Vandali al lungomare e nel centro storico. Sindaco:” Responsabili devono pagare e ripulire”

Gela. Vandali al lungomare e nel centro storico. Sindaco:” Responsabili devono pagare e ripulire”

“Prima le scritte sul lungomare, poi gli atti vandalici che hanno messo a soqquadro il centro storico arrecando danni ai commercianti che si sono visti danneggiare tavoli, sedie e fioriere. In queste ore la nostra città è finita nuovamente nel mirino di facinorosi che hanno danneggiato il patrimonio pubblico senza alcun ritegno e senza il minimo rispetto, forse convinti di essere i padroni della città”.

Il Sindaco Lucio Greco, e con lui tutta la squadra amministrativa, è indignato per quanto successo a Gela nelle ultime ore. Queste azioni, purtroppo, sono solo le ultime di una lunga serie, ma se è vero che da un lato meritano una riflessione sul disagio giovanile e sociale, è anche vero che questo dev’essere un passo successivo e che prima ci vogliono l’individuazione dei responsabili e pene esemplari. “Non intendiamo tollerare gesti simili da parte di nessuno – prosegue Greco – e sappiamo che ci sono già elementi utili per arrivare al riconoscimento di questi soggetti, tra cui delle immagini dei sistemi di videosorveglianza più che eloquenti. Confidiamo, quindi, nel lavoro delle forze dell’ordine e speriamo che, non appena si sapranno nomi e cognomi di questi vandali, possano pagare e ripulire tutto. Abbiamo fatto tanto per fare respirare alla città un minimo di atmosfera natalizia nonostante l’emergenza Covid, e invece questi balordi hanno perfino danneggiato gli addobbi e capovolto le campane natalizie installate in piazza Umberto. Danni ci risultano anche nelle vie limitrofe al centro storico, in particolare in via Damaggio Fischetti. Un ringraziamento – conclude il Primo Cittadino – va alle guardie giurate della Cs Police, che hanno allertato la polizia e i responsabili Ghelas e hanno provveduto subito allo sgombero della strada”.