Gela. Incendio in raffineria, Procura avvia indagine. Eni: “Disservizio che ha causato fumosità, avviate verifiche”

Gela. Incendio in raffineria, Procura avvia indagine. Eni: “Disservizio che ha causato fumosità, avviate verifiche”

A Gela l’incendio all’Ecofining di raffineria ha fatto partire un’indagine. I pm della procura, coordinati dal procuratore capo Fernando Asaro, hanno disposto accertamenti all’isola 8, dove si è verificato il possibile guasto ad uno dei forni della nuova green refinery. Le attività sono state delegate ai militari della capitaneria di porto.

Eni in una nota spiega quanto accaduto, nelle scorse ore, in raffineria: “Eni informa che oggi alle ore 13:30 all’interno di un forno dell’impianto Ecofining della bioraffineria si è verificato un disservizio tecnico che ha causato fumosità per alcuni minuti ma nessuna conseguenza alle persone, all’esterno del forno o ad altri impianti della raffineria. Il sistema è stato messo in sicurezza e sono stati allertati anche i vigili del fuoco dello stabilimento di contrada Piana del Signore. Attivate immediatamente le procedure di emergenza, il forno è stato messo in sicurezza dalle squadre operative, supportate a titolo precauzionale anche dai vigili del fuoco interni. E’ stato attivato il piano di comunicazione a tutti gli enti. Allo stesso tempo sono in corso le verifiche per individuare l’eventuale causa tecnica.”