Fingendosi 13enne adescava minori in svariate città italiane, inducendoli a scambiarsi foto, video e videochiamate.

Fingendosi 13enne adescava  minori in svariate città italiane, inducendoli a scambiarsi foto, video e videochiamate.

Un 22 enne è stato arrestato e posto ai domiciliari  a Pioltello, in provincia di Milano. S. H.J.A., è accusato di avere indotto una minorenne a compiere atti sessuali. Le indagini sono scattate da Palermo, nel 2019, dopo la denuncia presentata dal padre di una minorenne negli uffici del Comando provinciale di Palermo che segnalava il tentativo di adescamento della figlia. Dalle analisi partite dal telefono della prima vittima è emerso il modus operandi del 22enne. Si fingeva 13enne per adescare minori della stessa età attraverso i social. Una volta adescati i minori in svariate città italiane, intratteneva chat a contenuto sessuale, inducendo le vittime a scambiarsi foto, video e videochiamate. Gli accertamenti tecnici condotti sui terminali informatici mobili e fissi sequestrati all’autore hanno consentito di rinvenire un ingente quantitativo di materiale pedopornografico. Sono stati trovati in suo possesso oltre 13oo files (tra immagini e video) di contenuto pedopornografico. A eseguire la misura cautelare il comando provinciale di Palermo in collaborazione con i colleghi della Tenenza di Pioltello.  Le accuse sono induzione di minore al compimento di atti sessuali, compimento di atti sessuali in presenza di minorenni, istigazione al compimento di atti sessuali nei confronti di minori, realizzazione e produzione di materiale pornografico attraverso registrazione di videochiamate con l’aggravante di aver commesso il fatto in danno di minori.