Festa della Repubblica, l'Anpi ricorda le donne della Costituente: a Niscemi rose per Ottavia Penna

Festa della Repubblica, l'Anpi ricorda le donne della Costituente: a Niscemi rose per Ottavia Penna
L’Anpi, Associazione nazionale partigiani d’Italia, per il 2 giugno ha lanciato l’iniziativa “Una rosa per le rose della costituzione”; un doveroso e sentito omaggio alle 21 donne che elette nel 1946 all’Assemblea Costituente, contribuirono, con passione e forza delle idee democratiche, all’ ideazione e alla scrittura della Costituzione. Nella mattinata di martedì i rappresentanti dell’Anpi si sono recati nei rispettivi luoghi di sepoltura nei cimiteri di tutta Italia, tra cui Niscemi.
Erano 21 le madri costituenti e appartenevano a partiti politici diversi: nove erano comuniste (Adele Bei, Nadia Gallico Spano, Nilde Iotti, Teresa Mattei, Angiola Minella, Rita Montagnana, Teresa Noce, Elettra Pollastrini, Maria Maddalena Rossi); nove democratiche cristiane (Laura Bianchini, Elisabetta Conci, Filomena Delli Castelli, Maria De Unterrichter Jervolino, Maria Federici, Angela Gotelli, Angela Guidi Cingolani, Maria Nicotra, Vittoria Titomanlio); due socialiste ( Angelina Merlin e Bianca Bianchi) e una della lista “Uomo Qualunque” (Ottavia Penna Buscemi)
Quest’ultima trascorse la sua giovinezza a Caltagirone per poi trasferirsi a Poggio Imperiale e successivamente a Roma al fine di completare gli studi universitari. Subito dopo sposò il medico Filippo Buscemi Galasso. Nel 1946 fu eletta nella lista del Fronte dell’Uomo Qualunque, all’Assemblea Costituente nella circoscrizione di Catania. Il 28 giugno dello stesso anno, Ottavia Penna Buscemi venne candidata dal suo partito alla poltrona di Capo provvisorio dello Stato: era la prima donna ad essere proposta per la più alta carica istituzionale.
A Niscemi, la rosa alla deputata calatina è stata deposta da Cettina Alario, presidentessa dell’Associazione “Ottavia Penna”. L’ANPI provinciale di Caltanissetta, con il suo presidente Giuseppe Cammarata, ha promosso l’evento d’intesa con il Presidente Giacomo Palazzolo della Sezione Anpi “Angelo Aliotta” di Caltagirone e Domenico Nicolosi coordinatore della Sezione Anpi di Niscemi.
Alla cerimonia presenti il sindaco di Niscemi Dr. Massimiliano Conti e il vice Prefetto Dr. Fabio Malerba.
La partecipazione seppur ridotta, per le disposizioni di sicurezza dettate dall’emergenza Covid-19, ha visto coinvolti ha visto coinvolti: Claudia Cammarata presidentessa dell’Associazione “Attivarcinsieme” di San Cataldo, Rosa Cravotta, Marina La Loggia, Palmiro Manta, Elia Miccichè, Ennio Bonfanti e Salvatore Pellegrino della Sezione Anpi “S. Pertini” di San Cataldo nonché, Pino Pardo in rappresentanza della Cgil di Niscemi.