Etna, quindicesima eruzione in un mese

Etna, quindicesima eruzione in un mese

L’Etna è tornata a farsi sentire. E’ in atto da questa mattina il 15° parossismo dal 16 febbraio scorso. Gli esperti dell’Ingv registrano dal cratere di Sud-Est una fontana di lava e l’emissione di cenere lavica che il modello previsionale realizzato dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia-Osservatorio etneo indica venga sospinta dai venti in direzione Est-Nord-Est. Due forti boati, verso le 6:30, hanno svegliato i paesi attorno al vulcano, poi l’evoluzione degli eventi fino alla nuova eruzione con dispersione di cenere verso nord-est. Le sorgenti ricadono sempre nell’area del cratere di Sud-est, a una profondita’ di 2.800 metri sul livello del mare.