DLF Nissa Rugby: martedì al via gli allenamenti. A luglio inizia il Camp estivo per bambini

DLF Nissa Rugby: martedì al via gli allenamenti. A luglio inizia il Camp estivo per bambini

Cresce l’entusiasmo e l’attesa per martedì 23 giugno. Fissata la data che segna il ritorno sul campo degli atleti ed atlete della DLF Nissa Rugby: alle ore 20.30 scatta l’ora “X” per riassaporare l’erba dello stadio nisseno “Marco Tomaselli” ed iniziare a sudare in vista della prossima stagione agonistica.
Per adesso saranno due gli allenamenti settimanali: il martedì ed il venerdì, dalle ore 20.30 alle 22.
Progressivamente aumenteranno le sedute con l’aggregazione dei settori giovanili e dei più piccoli.
Proprio ai mini-rugbisti sarà dedicato il camp estivo, a numero chiuso, che si svolgerà a luglio: a breve saranno fornite tutte le indicazioni sulle modalità di iscrizione, location, giorni ed orari.
Per consentire a tutti di avere chiare le regole da seguire nello svolgimento dell’attività sportiva, la DLF Nissa Rugby, oltre alle ormai consuete comunicazioni telefoniche e di messaggistica istantanea, ha invitato i propri atleti a registrarsi sul sito per “scaricare” il protocollo-regolamento sulle indicazioni relative non solo agli allenamenti, ma anche il relazione all’ingresso in campo e alla successiva uscita.
Nel frattempo la società nissena ha provveduto alla sanificazione della Club House.
Determinate la professionalità degli amici della Ekozone, gruppo Elintec, termonebulizzazione di prodotto sanificante: immesso nell’ambiente un prodotto sanificante certificato che copre l’intero volume delle stanze e garantisce una disinfezione del 100%.
Incessante prosegue la programmazione dei progetti didattici, che già nella scorsa stagione, hanno ottenuto brillanti risultati nelle scuole medie inferiori e superiori nissene. Parimenti si lavoro alacremente per l’attività rivolta ai più piccoli. La DLF Nissa Rugby ha affidato a due differenti divisioni specializzate la progettazione: l’educational rugby per l’attività nelle scuole ed il mini-rugby per l’attività giovanile. Lavoro proficuo e mirato sempre primariamente sostenuto dall’intento di “esportare” i valori etici che contraddistinguono la palla ovale.