Delia: rivoluzione green. Pannelli fotovoltaici sui tetti delle scuole e del palazzo comunale.

Delia: rivoluzione green. Pannelli fotovoltaici sui tetti delle scuole e del palazzo comunale.

Sono in corso di realizzazione i lavori per la collocazione dei pannelli fotovoltaici sui tetti delle scuole e del palazzo municipale.

Grazie alle nuove tecnologie e ad un’amministrazione che ha fatto dell’innovazione la sua priorità Delia puo’ oggi guardare al futuro.

Una rivoluzione tecnologica a 360 gradi, e non solo, ha cambiato negli ultimi sette anni il volto di una cittadina vocata da sempre all’agricoltura.

Con una caparbietà senza precedenti il sindaco Gianfilippo Bancheri è riuscito ad intercettare tutti i possibili finanziamenti messi a disposizione dalla Comunità europea a beneficio del territorio. Un fatto senza precedenti, che ha dell’incredibile. <<Accoglienza, efficienza, coesione sociale, e soprattutto sostenibilità green. Sono queste le parole d’ordine per lo sviluppo economico, sociale e culturale del nostro paese – ha detto Gianfilippo Bancheri. Una strategia di valorizzazione per poter vincere la sfida del futuro. Per raggiungere tutto ciò ci siamo impegnati al massimo. Abbiamo lavorato sodo: amministratori, dirigenti, funzionari. E oggi Delia oltre ad essere un paese accogliente è anche un luogo vivibile e più sicuro>>.

Bancheri ci tiene a ricordare che Delia <<è un cantiere a cielo aperto da tempo, iniziato con la collocazione di 58 telecamere a circuito chiuso per la video sorveglianza: un progetto Pon per sicurezza che copre tutte le vie d’accesso, le scuole, le ville e le piazze. A cui poi si è aggiunta la fibra ottica, il cui cavidotto, realizzato dalla Telecom, è esteso in tutto il centro urbano. Ed anche il progetto di sostituzione di tutte le lampade di vecchia generazione con quelle a led che consumano e inquinano di meno, in corso di attuazione>>.

A beneficiare già del led piazza Madrice, tratto della via Pagliarello, via Roma, via Dei Santi, via Giuseppe Giorgio, via Trento, via Giuseppe Riccobene sacerdote, tutta via Petilia e a breve e tutto il corso Umberto e tutta la via Cavour. <<Se alla rivoluzione green in atto – ha detto infine Gianfilippo Bancheri – guardiamo anche a tutte le opere di recupero e di riqualificazione urbana già attuate come la valorizzazione di edifici storici, chiese, strade, e a quelle che andranno realizzate a breve come la biblioteca comunale e il progetto per la “realizzazione di un centro di accoglienza turistico ricreativo e culturale nell’antico borgo del castellazzo di Delia, possiamo ben dire di avere raggiunto un’obiettivo impensabile negli anni passati che è quello di avere incrementato concretamente il potenziale di sviluppo del nostro territorio, sotto il profilo turistico, ambientale, sociale ed economico.