Delia, le precisazioni della società proprietaria dell’impianto di cremazione Acquaviva S.r.l

Delia, le precisazioni della società proprietaria dell’impianto di cremazione Acquaviva S.r.l

“Il Crematorio di Delia è un’iniziativa promossa dalla società proprietaria e approvata dall’amministrazione comunale di Delia nell’ampia trasparenza e nel rispetto di tutte le norme vigenti in materia di concessioni di opere pubbliche.
Ci sono voluti più di 5 anni per potere concludere l’iter autorizzativo e giungere alla cantierabilità del progetto che è stato studiato nei minimi dettagli, prestando particolarmente attenzione alla salubrità dell’ambiente nell’interesse del territorio.
Così come tanti altri impianti presenti su tutto il territorio nazionale, il Crematorio di Delia è tecnologicamente avanzato e rispetterà tutti i parametri normativi nazionali ed europei in materia di emissioni in atmosfera. L’intero progetto è stato sottoposto al vaglio delle commissioni tecniche dei diversi enti preposti che hanno rilasciato parere favorevole sulla conformità dello stesso progetto, in ogni caso la società si è già impegnata a fornire tutte le polizze assicurative previste dalle vigenti normative.
La sensibilità sull’argomento è data dalla testimonianza di uno dei soci della società che gestirà il crematorio di Delia, che svolge la propria attività imprenditoriale a una distanza di 300 metri e risiede con l’intera famiglia a una distanza di 800 metri da un impianto di cremazione in pieno esercizio dal 1999 senza avere mai prodotto effetti nocivi sul territorio circostante. L’impatto che il crematorio potrebbe avere sull’ambiente è paragonabile a quello di un condominio di 24 appartamenti dotato di altrettante caldaie.
Non è plausibile il confronto tra un impianto di proprietà e gestione pubblica come nel caso del Comune di Cremona che l’ho ha realizzato con fondi pubblici affidando la gestione alla società AEM S.p.A, società partecipata interamente dal medesimo Comune di Cremona e un impianto di proprietà e gestione privata con costi a totale carico del medesimo privato. E’ ovvio che i ricavi derivanti dall’attività di cremazione dell’impianto di proprietà pubblica vengano versati al Comune che ha realizzato l’opera sostenendone tutti i costi.
La Società proprietaria del Crematorio di Delia, oltre a riconoscere un canone annuo al comune di Delia, si è impegnata a progettare e ad eseguire con costi a totale carico della medesima, le seguenti opere accessorie che renderebbero più fruibile l’area cimiteriale:
Nuovo parcheggio con impianto di illuminazione a led;·
Nuovo alloggio del custode;
Blocco servizi igienici pubblici;
Sala autopsia;
Nuovo portale di ingresso al cimitero;
Nuovi accessi pedonali fruibili anche da soggetti diversamente abili;
Ha inoltre previsto un costo di cremazione calmierato per i soli residenti del comune di Delia, questa iniziativa è nata in Sicilia per venire in contro all’emergenza cimiteriale nota a tutti sull’isola, oltre che per offrire nel breve termine opportunità lavorative sul territorio.
In conclusione, si diffida chiunque dal divulgare false notizie e/o dati non corrispondenti al vero, gli eventuali danni economici e all’immagine arrecati all’azienda verranno trattati nelle sedi opportune “.

Tanto si doveva per chiarezza.
Acquaviva S.r.l