Decreto Sostegni. Dott. Francesco Agati: Esenzione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico e niente pagamento del canone Rai per alberghi e i locali pubblici

Decreto Sostegni. Dott. Francesco Agati: Esenzione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico e niente pagamento del canone Rai per alberghi e i locali pubblici
Gli esercenti di Bar, Ristoranti, Trattorie, Paninerie del Libero Consorzio di Caltanissetta, e della Città del Golfo di Gela, Città orientata al turismo, potranno avvalersi di una nuova proroga dal 30 giugno al 31 dicembre, dell’esenzione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico e niente pagamento del canone Rai per alberghi e i locali pubblici che hanno dovuto chiudere. La commissione congiunta del Senato Bilancio e Finanze nella notte ha dato il via libera al decreto Sostegni. Il provvedimento, che scade il 21 maggio, è ora atteso in Aula al Senato per la prima lettura. Relatori a Palazzo Madama sono Roberta Toffanin (Fi), Daniele Manca (Pd) e per l’opposizione Luca De Carlo (FdI).
Quali professionisti nel settore tecnico-legale che si occupano di intermediazioni immobiliari, sintetizziamo nell’interesse delle attività produttive:

Stop prima rata Imu con calo 30% fatturato – Chi ha una attività in perdita non dovrà pagare la prima rata dell’Imu: le commissioni Bilancio e Finanze del Senato hanno approvato un emendamento riformulato che prevede per chi ha cali di fatturato del 30% rispetto al 2019 l’esonero dal pagamento della rata Imu di giugno sugli immobili sede dell’attività di cui sono proprietari e gestori. La perdita di gettito è di 216 milioni (di cui 73,5 milioni a carico dello Stato e 142,5 milioni da risarcire ai Comuni). Via libera anche all’estensione dell’esonero Irpef per gli affitti non riscossi su contratti stipulati anche prima del 2020 (costa 45,2 milioni nel 2021).

Per locali stop tassa tavolini e canone Rai – Proroga dal 30 giugno al 31 dicembre dell’esenzione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico e niente pagamento del canone Rai per alberghi e i locali pubblici che hanno dovuto chiudere. Lo prevedono alcuni emendamenti al dl Sostegni approvati in commissione congiunta Bilancio e Finanze del Senato. La proroga dello stop alle tasse sull’occupazione suolo pubblico, quindi anche quelle per i tavolini all’aperto di bar e ristoranti, costa 165 milioni. Lo stop al canone Rai determina invece minori entrate per 83 milioni di euro.

Il Comune di Gela dovrebbe pubblicizzare le agevolazioni nell’interesse di tutti quei esercenti avvolti in uno stato di profondo turbamento causa la crisi economica, e della incauta gestione dalla parte delle istituzioni del problema Sanitario-Economico e in futuro Sociale.