Decreto legge Draghi: fino al 27 marzo vietati spostamenti tra regioni. Vietate visite a parenti in zone rosse

Decreto legge Draghi: fino al 27 marzo vietati spostamenti tra regioni. Vietate visite a parenti in zone rosse

Terminato dopo un’ora e mezza A Palazzo Chigi il primo consiglio dei ministri operativo dell’era Draghi. Il cdm ha approvato il decreto legge Covid. Il provvedimento – come già emerso domenica sera – proroga il divieto di spostamenti tra Regioni fino al 27 marzo. Ma c’è una grande novità: resta nelle zone gialle e arancioni la possibilità, una sola volta al giorno, di spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5 e le 22, in massimo due persone, con i figli minori di 14 anni. Questa possibilità non varrà invece più nelle zone rosse.

Per quanto riguarda gli spostamenti fra regioni ci si può spostare per esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. In questo caso dovremo avere l’autocertificazione. È sempre consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Il provvedimento è un decreto legge e non il solito Dpcm che aveva caratterizzato l’attività del governo Conte.