De Luca lockdown: "In Campania chiudiamo tutto"

De Luca lockdown: "In Campania chiudiamo tutto"

Il presidente Vincenzo De Luca annuncia il lockdown in Campania. “Procederemo nella direzione della chiusura di tutto, per i dati dei contagi che abbiamo non basta l’ordinanza che entra in vigore oggi. Dobbiamo chiudere tutto e dobbiamo decidere oggi, non domani. Siamo ad un passo dalla tragedia”, ha detto il governatore. Nelle ultime 24 ore nella Regione sono stati registrati  2.280 nuovi casi di coronavirus: è il dato più alto dall’inizio della pandemia. “Non voglio vedere i camion di bare” – “Dobbiamo prendere decisioni oggi. Oggi dobbiamo fare l’ultimo tentativo per bloccare l’esplosione del contagio. Dobbiamo chiudere tutto per un mese, per 40 giorni per frenare l’esplosione del contagio. Poi si vedrà. Senza decisioni drastiche non possiamo più reggere, domani non sarebbe più possibile”. E’ drammatico il discorso di Vincenzo De Luca nell’annunciare il lockdown della Campania. “Non voglio vedere la fila dei camion con le bare”, l’unico obiettivo deve essere salvare la vita delle famiglie, tutto il resto ora non conta nulla”. “Chiudere tutto tranne che le attivita’ essenziali” – De Luca ha poi aggiunto: “Avevamo immaginato una chiusura parziale, ma per i dati che abbiamo non basta più neanche questo. Dobbiamo decidere di chiudere tutto”. “Al governo ho comunicato non solo la mia richiesta di lockdown su tutta Italia, ma per quel che riguarda la Campania procederemo in direzione della chiusura di tutto. Per l’Italia deciderà il governo, per la Campania faremo quello che riteniamo giusto per noi. Credo che dobbiamo chiudere tutto tranne le attività industriali, agricole, dell’edilizia, l’agroalimentare, le forniture agroalimentari, le cose che abbiamo già conosciuto a marzo e aprile. Chiudere tutto tranne che le attivita’ essenziali. Credo che dobbiamo bloccare la mobilita’ tra regioni e tra comuni, tentando di difendere per quanto possibile le attività produttive”, ha detto ancora Vincenzo De Luca.