Dalle pesche alle mandorle, gli agricoltori provano a restare a galla

Questa mattina siamo stati a Riesi, nell’azienda agricola di Pietro Ballaera che produceva pesche di altissima qualità. Adesso le pesche sono state estirpate ed al loro posto sono state piantate le mandorle. Questo perchè le pesche siciliane purtroppo da circa sette anni non portano più guadagni agli agricoltori a causa della concorrenza spietata dei paesi esteri. Le mandorle invece attualmente hanno un buon prezzo ma per questi nuovi impianti Pietro Ballaera ha speso molti soldi e non sa se ricaverà qualcosa alla fine, perchè un albero di mandorle entra in pieno regime di produzione dopo circa sei anni e quindi per accelerare i tempi, i nuovi alberelli sono stati innestati in quelli delle pesche e quindi ancora non si sa se l’innesto riuscirà. Questo perchè ormai gli agricoltori siciliani le sperimentano tutte per restare a galla ma continuando così c’è il rischio che la frutta siciliana sparisca. [embed_video id=26458]