Covid, week-end di screening drive-in. Savarino: “ Mole di lavoro unica in Italia”

Covid, week-end di screening drive-in. Savarino: “ Mole di lavoro unica in Italia”

” Lo scorso fine settimana, nella sola Provincia di Agrigento, sono stati 2041 i test rapidi eseguiti in modalità ” drive-in”.

Nel dettaglio : ad Agrigento città , su 735 tamponi, 4 sono risultati positivi asintomatici, mentre a Licata, dove lo screening si è svolto in una sola giornata, su 81 test solo 1 ha dato esito positivo. Meno confortanti i rilievi eseguiti a Sciacca dove sul campione odierno di 310 soggetti 49 tamponi sono risultati positivi. Un monitoraggio importante per cui vanno ringraziati Asp e operatori”

A parlare l’onorevole Savarino che prosegue:

“lo screening in modalità drive-in, é stato coordinato dall’Assessorato regionale alla Sanità, ed è avvenuto in circa 30 città dell’isola. Una mole di lavoro unica in Italia che ha permesso, al termine della  due giorni, di individuare ed isolare, nei vari territori, 930 nuovi soggetti positivi al Covid 19 ed asintomatici , ai quali – come previsto dalle linee guida – è stato già effettuato in loco il test di conferma mediante tampone molecolare. L’iniziativa, promossa dalla Regione Siciliana con le Asp e in collaborazione con Anci Sicilia e le amministrazioni locali, non si ferma: in molte delle città siciliane, infatti, i drive in resteranno operativi anche oggi e prossimamente si aggiungeranno altre località, tra cui Canicattì nella nostra provincia.”

Lo dichiara l’onorevole Savarino, che prosegue:

“Va ricordato che la campagna nei drive è destinata alla popolazione scolastica (personale docente, non docente, studenti e loro genitori), un target individuato dall’assessorato regionale alla Salute su suggerimento del Comitato tecnico scientifico. Successivamente verranno selezionate altre categorie di popolazione, l’esperienza, secondo la volontà del governo Musumeci, infatti, andrà avanti nelle prossime settimane. Un plauso all’iniziativa, efficace arma di contrasto alla diffusione del virus.”