Covid, Caltanissetta, sindaco:” Troppi contagi ma il picco è previsto giorno 20. Quarantena in caso di variante inglese”

Covid, Caltanissetta, sindaco:” Troppi contagi ma il picco è previsto giorno 20. Quarantena in caso di variante inglese”

Il sindaco di Caltanissetta Roberto Gambino, comunica in diretta Facebook che i contagi in città sono tantissimi, c’è stata una grande impennata, una curva che si alza in maniera impressionante e in base ai dati statistici il picco si avrà intorno a giorno 20 marzo. Il sindaco invita a rimanere a casa e di uscire solo per necessità e muniti di autocertificazione. Aumentati i controlli in città, anche se tanta gente durante la diretta commentava dicendo di aver visto comunque troppe persone in giro. Gli uffici comunali sono chiusi, presenti solo i dipendenti che devono garantire servizi urgenti che richiedono presenza fisica. Il comune a seguito della positività di 2 dipendenti è stato sanificato.  Caltanissetta è zona Rossa, quindi chiuse tutte le scuole, le attività ( eccetto quelle di prima necessità) chiuse ville e parchi e vige il divieto di assembramento e stazionamento davanti le attività che effettuano asporto. Rimasta la corsa di un solo bus urbano che è la linea che si usa la domenica. Sospeso il mercato del sabato, eccetto generi alimentari. Il sindaco ricorda che per norme governative adesso la distanza per consumare cibi e bevande deve essere di 2 metri e che la quarantena dei soggetti riconosciuti come contatti di un caso sospetto o positivo con variante inglese Covid19 ha una durata di 14 giorni. Ai contatti identificati viene eseguito un tampone il prima possibile e un altro tampone al 14° giorno di quarantena 

Il rientro in comunità varia a seconda se i contatti siano in grado o meno di rimanere isolati dal soggetto positivo.

Il processo d‘identificazione dei contatti di un caso positivo o sospetto con variante COVID19 prevede questi passaggi:

  • identificazione dei contatti stretti e a basso rischio, oltre le 48 ore e fino a 14 giorni prima dell’insorgenza dei sintomi del caso, o di esecuzione del tampone se il caso è asintomatico;
  • esecuzione, il prima possibile, di un test molecolare ai contatti identificati;
  • nel caso un contatto di caso COVID 19 con infezione da variante risulti sintomatico al momento dell’identificazione o se sviluppa sintomi durante il follow-up, il contatto deve eseguire tempestivamente un test molecolare.

Anche i vaccinati se sono stati in contatto con un soggetto positivo vanno in quarantena, 10 giorni se è Covid normale, 14 se è con variante inglese.