Coronavirus, nel week end tamponi rapidi nei drive-in allestiti in oltre 30 città siciliane

Coronavirus, nel week end tamponi rapidi nei drive-in allestiti in oltre 30 città siciliane

Tamponi rapidi nei drive-in delle maggiori città siciliane. Dopo l’esperienza negli arcipelaghi minori e della Fiera del Mediterraneo a Palermo, prosegue la campagna attiva di monitoraggio del Coronavirus sulla popolazione della Sicilia su precisi target, così come programmato dall’assessorato regionale alla Salute su suggerimento del Comitato tecnico scientifico. L’iniziativa, promossa dalla Regione Siciliana con le Asp ed in collaborazione con Anci Sicilia e le amministrazioni locali, è ancora rivolta – in questa fase – al mondo della scuola.

Così, domani, sabato 7 novembre, e domenica 8 in oltre 20 centri (con popolazione superiore ai 30mila abitanti) verranno allestiti circa 30 drive-in con percorsi dedicati in cui si procederà al prelievo del campione mediante test rapido che, in caso di positività, verrà immediatamente ripetuto attraverso il tampone molecolare per la necessaria conferma così come previsto dai protocolli sanitari vigenti.

In linea con quanto organizzato a Palermo (dove la campagna va avanti) – grazie alla preziosa collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale e con i presidi dei maggiori istituti scolastici – nel week end personale docente e non docente, studenti e le loro famiglie potranno avere accesso ai drive-in allestiti nei siti individuati dalle amministrazioni locali con le Asp. L’adesione alla campagna è su base volontaria.

I drive-in saranno operativi già da domani nelle seguenti città:

  1. Caltanissetta
  2. Gela
  3. Ragusa
  4. Comiso
  5. Modica
  6. Vittoria
  7. Palermo
  8. Monreale
  9. Enna
  10. Catania
  11. Adrano
  12. Paternò
  13. Caltagirone
  14. Acireale
  15. Messina
  16. Barcellona
  17. Trapani
  18. Alcamo
  19. Mazara del Vallo
  20. Marsala
  21. Castelvetrano
  22. Avola
  23. Agrigento

Nei prossimi giorni si aggiungeranno altre città e nuovi drive-in e saranno presentate altre modalità di accesso alla campagna per raggiungere una campione più vasto.

Seguiranno aggiornamenti da parte delle Asp e dei Comuni per le comunicazioni circa orari e siti individuati per le operazioni di prelievo.