Coronavirus, decreto di maggio: ai braccianti agricoli bonus da 500 euro

Coronavirus, decreto di maggio: ai braccianti agricoli bonus da 500 euro

“Nel Decreto di maggio il Governo inserirà anche i lavoratori agricoli tra i beneficiari del bonus per l’emergenza Coronavirus. La Uila con il suo leader Stefano Mantegazza e tutto il gruppo dirigente ha vinto una battaglia di equità per i braccianti italiani, ben 150 mila i siciliani”. Lo afferma il segretario generale della Uila Sicilia, Nino Marino, che nei giorni scorsi aveva lanciato un appello “perché si eviti un torto ai danni dei lavoratori agricoli, un clamoroso benservito ai danni di chi in questi mesi di emergenza Coronavirus sta garantendo all’Italia un servizio essenziale tra fatiche, rischi e stenti”. Una lettera era stata consegnata ai prefetti siciliani dai segretari territoriali Uila che, oltre Marino, sono Maria Concetta Di Gregorio, Gero Acquisto, Sebastiano Di Pietro, Giuseppe La Bua, Tommaso Macaddino, Enzo Savarino.

La notizia dell’esito positivo della trattativa con l’Esecutivo, che ha previsto un’indennità di 500 euro per i braccianti, è stata diffusa in queste ore dallo stesso Stefano Mantegazza. Il segretario generale della Uila ha commentato: “Ringrazio a nome di tutti i braccianti italiani la ministra del lavoro Nunzia Catalfo per la sensibilità e l’attenzione dimostrata verso una categoria di lavoratori tra le più precarie e fragili del Paese. La ringrazio a maggior ragione perché so le difficoltà che ha dovuto superare in queste ultime 24 ore per reperire le risorse necessarie. In quelle stesse ore la Uila si è impegnata in tutti i territori a tutela della categoria, sensibilizzando i parlamentari e coinvolgendo le prefetture su una giusta richiesta di attenzione verso quei lavoratori che in queste settimane hanno garantito tutti i giorni cibo fresco sulle tavole degli italiani”.