Comportamenti persecutori, scatta una misura cautelare

Comportamenti persecutori, scatta una misura cautelare

Nell’ambito dell’attività di prevenzione e repressione dei reati in genere, nella giornata di ieri personale del Commissariato di Ps unitamente a personale della Sezione di Pg della Procura della Repubblica di Gela, ha dato esecuzione alla misura cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale, Vaccaro su richiesta del Pm Cannatà, nei confronti di un cinquantenne e dei componenti il suo nucleo familiare, perchè in concorso tra loro avrebbero posto in essere una serie di comportamenti persecutori durati per lungo tempo – divulgare a terzi estranei notizie di falsi atti di aggressione perpetrati nei confronti degli indagati ad opera della urla e schiamazzi notturni, musica ad altissimo volume – che avrebbero cagionato a quest’ultima, un intero nucleo familiare loro vicini di casa, un perdurante stato di timore e d’ansia, cagionando un destabilizzante turbamento psicologico ed una alterazione delle normali abitudini di vita dell’intera famiglia. Per questo motivo è stata applicata la misura cautelare del divieto di dimora e di accesso nella propria abitazione, cosiddetto stalking condominiale..

Leave a comment

Rispondi