Come diventare influencer in 7 passi

Come diventare influencer in 7 passi

Di Influencer Marketing si parla da tempo e sempre più spesso. Questa che il Digital Marketing annovera tra le tecniche migliori per aumentare la visibilità di un brand attira l’attenzione non solo delle aziende. Sono, infatti, sempre di più le persone (soprattutto giovanissimi) che si chiedono “come diventare influencer”.

Online girano molti miti sulla figura dell’influencer, le stesse pubblicazioni sui social possono darci una visione un po’ distorta della realtà. Per questo, abbiamo deciso di chiarire in quest’articolo cos’è esattamente un Digital Influencer e cosa fare per diventare un buon influencer.

Cosa significa essere un influencer?

“Influencer” è un anglicismo che in italiano potremmo tradurre con “influenzatore”, ovvero chi esercita un’influenza su qualcuno. Tradotto in termini digitali, si tratta di persone molto note sul web (particolarmente sui social network), hanno un pubblico di seguaci molto grande e sono ritenuti esperti nel loro settore.

Il numero di seguaci è una caratteristica importante dell’essere influencer. Questi dati sono a volte utilizzati per distinguere tra varie tipologie di influencers: Micro, di Medio Livello e Macro.

Ma pensare che questo sia sufficiente per diventare influencer è un mito. I seguaci e i like (per chi non lo sapesse) si possono comprare, il potere di attirare l’attenzione e ispirare altri con le proprie opinioni, no.

E proprio questa capacità di ispirare e convincere è la chiave del ruolo di un influencer online e, se vogliamo, il motivo dell’auge che ha avuto questa figura sul web.

Per le aziende, la collaborazione con un influencer rappresenta una forma interessante di come pubblicizzare un prodotto in modo originale o puntare su un pubblico specifico per raggiungere obiettivi di vendita nel modo più veloce.

Ma come si fa a guadagnare popolarità sul web e diventare quell’influencer con cui vogliono lavorare i brand?

5 passi per diventare influencer

Prima ancora di intraprendere la prima azione nel progetto di diventare influencer, è bene liberarsi di alcuni pregiudizi. Quindi, smentiamo affermazioni come: “fare l’influencer è facile”, “gli influencers accettano qualsiasi collaborazione” o “per essere influencer basta avere molti seguaci su Instagram o Facebook”.

Detto ciò, ecco da dove si può cominciare se si vuole diventare un vero influencer digitale:

1. Definisci la tematica che padroneggi meglio.

Come abbiamo anticipato nella definizione, un influencer è una persona che trasmette fiducia ed è considerata esperta nel suo settore. Questo ruolo privilegiato lo si ottiene facendo vedere al mondo che si è davvero esperti in una determinata tematica, qualunque essa sia. Il consiglio è di scegliere qualcosa che ti entusiasma davvero e concentrarsi sulla scelta.

2. Apri un profilo

Instagram, Facebook, TikTok, Twitter… sono solo alcune opzioni di social network dove potrai creare il tuo profilo. Non sarà necessario creare un profilo su ogni piattaforma, anzi, l’ideale è concentrarsi su uno. Scegli accuratamente quello più opportuno dove si trova il tuo pubblico target e dove ti sentirai più a tuo agio condividendo le tue opinioni e i tuoi dati.

3. Ottimizza i tuoi profili sui social

Quando avrai creato il profilo, dovrai ottimizzarlo, creare una descrizione personalizzata che risulti attrattiva e una foto che sia rappresentativa del tuo marchio. Non dimenticare di studiare tutte le funzionalità del social network che hai scelto e di analizzare alcuni profili di influencers del tuo settore per ispirarti.

4. Analizza i gusti del tuo pubblico

Analizzare quello che pubblicano altri influencer è una pratica che ti aiuta non solo a prendere spunti per il tuo look e le tue pubblicazioni. Ti aiuterà, in modo particolare, a capire i gusti del tuo pubblico obiettivo. Studiare le pubblicazioni con più like, quello che commentano i seguaci di un influencers sarà molto utile per aiutarti a creare e migliorare i tuoi contenuti.

In questo passo possono essere d’aiuto anche gli strumenti di analisi dove potrai scoprire di più sui comportamenti del tuo pubblico. Molte di queste tool sono fornite dalle stesse piattaforme social e in certi casi dovrai passare alla funzione business per poterli utilizzare.

5. Crea i tuoi primi contenuti

Chi pensa che gli influencers pubblicano solo selfie, si sbaglia. Per diventare un influencer rilevante nel tuo settore dovrai creare contenuti di qualità e interessanti per il tuo pubblico.

Il consiglio è quello di dedicare del tempo, soprattutto all’inizio, per definire il tono e creare dei contenuti che siano informativi e allo stesso tempo siano in grado di emozionare. Non è facile, ma non è nemmeno impossibile!

6. Pianifica il tuo calendario e rispettalo

Diventare influencer non è solo questione di scegliere una nicchia interessante e avere un bel profilo sui social. Bisogna avere un piano ben chiaro di quello che si vuole condividere con il proprio pubblico. Creare un calendario e stabilire la frequenza dei tuoi post ti aiuterà ad essere costante e mantenere alta la motivazione. Inoltre, c’è da considerare che molti algoritmi tendono a mostrare per prime le pubblicazioni dei profili che sono più regolari.

Perché le pubblicazioni siano più visibili puoi anche studiare qualche strategia e fare varie prove fino a trovare la formula che funziona meglio. Per esempio, esistono studi che mostrano qual è il miglior momento per pubblicare nei social media.

7. Parla con i tuoi seguaci

Fare lo sforzo di creare dei contenuti di qualità è inutile se poi dopo averli pubblicati non si interagisce con i propri seguaci. Rispondere ai messaggi e rispondere con un mi piace alle loro pubblicazioni sono solo alcune azioni che ti permettono di creare connessione con altre persone e farsi notare tra la “folla”.

8. Non aspettare che Maometto vada alla montagna

Se il tuo obiettivo è quello di diventare un influencer professionale e guadagnare collaborando con le marche della tua nicchia è una buona idea sondare il mercato. Conoscere, seguire e creare connessione con quelle aziende che ti interessano ti aiuterà a metterti in evidenza e quando avrai raggiunto un certo livello di notorietà potrai proporti per delle collaborazioni senza aspettare che siano i brand a bussare alla tua porta.

È possibile diventare un influencer a tempo pieno?

Non è impossibile, ma non è così facile come si potrebbe pensare. Arrivare a livelli di influencers come l’imprenditrice Chiara Ferragni, specializzata nel settore della moda in Italia, è il risultato di un progetto che non è nato dall’oggi al domani e dietro ci sono molti anni di lavoro.

Ma questo non deve essere motivo per scoraggiarsi, anzi! L’esperienza di altri che hanno raggiunto il successo ci mostra che diventare influencer è possibile e può essere un cammino molto divertente e gratificante, anche se impegnativo.