Cittadini e associazioni del Nisseno: Un plauso al Sindaco Gambino e a tutti i Sindaci per il No all’amianto. Solidarietà a chi di loro è stato incivilmente offeso

Cittadini e associazioni del Nisseno: Un plauso al Sindaco Gambino e a tutti i Sindaci per il No all’amianto. Solidarietà a chi di loro è stato incivilmente offeso

Angelo La Rosa, Cittadini di Bompensiere,Cittadini di MIlena, Collettivo Letizia, Meetup San Cataldo 5 Stelle, NO Serradifalko e WWF Sicilia centrale, scrivono:

” Abbiamo assistito a un bel momento di democrazia: i Sindaci della provincia di Caltanissetta, al di là dell’appartenenza politica di ciascuno di essi, hanno detto no al Piano amianto, così come esitato dall’apposita commissione regionale.

E non si sono limitati a questo: hanno messo in cantiere una serie di iniziative che di fatto renderebbe impossibile la sua attuazione all’interno del territorio provinciale.

Tutto ciò all’insegna della forte relazione fra Sindaci e popolazioni, fra rappresentanze politiche e bisogni della gente, fuori da interessi politici di bottega.”

Così Gianfranco Cammarata, del Collettivo Letizia, intervenuto alla Conferenza dei Sindaci insieme al geologo Angelo La Rosa, all’interno nella quale ha parlato a nome di: Cittadini di Bompensiere,Cittadini di MIlena, Meetup San Cataldo 5 Stelle, NO Serradifalko e WWF Sicilia centrale.

” L’iniziativa del Sindaco Gambino di convocare la Conferenza dei Sindaci è parsa lodevole e di grande valore democratico – afferma afferma il geologo La Rosa – E la risposta collettiva di tutti i Sindaci della provincia di Caltanissetta, anche dei più lontani geograficamente dai siti oggetto della contestazione è stata una boccata d’i puro ossigeno per tutti noi cittadini impegnati nella battaglia contro la parte del Piano regionale dell’amianto che prevede lo stoccaggio dell’asbesto di tutta la Sicilia in 4 siti, tra i quali quelli di MIlena e di Bosco,. Per questi ultimi ci opponiamo per i tanti motivi, anche tecnici, che abbiamo nuovamente proposto alla Conferenza.”

” Una sentita vicinanza esprimiamo per quei Sindaci che sono stati etichettati in maniera incivile da parte di chi dovrebbe tenere alto il livello del dibattito politico e che, invece, lo degrada fortemente. In particolare al Sindaco Catania esprimiamo tutta la nostra solidarietà e lanciamo l’hashtag //meglio ignoranti che bugiardi e arroganti”

” Come No Serradifalko siamo in ogni caso determinati a fare ricorso al TAR, se il Presidente Musumeci decidesse di emanare un  decreto che recepisse il Piano Regionale per l’Amianto così come adesso è scritto. ” – aggiunge Marcello Palermo