Cicero-Casagni, botta e risposta

Cicero-Casagni, botta e risposta

"Ho depositato presso la Procura della Repubblica di Catania denunzia-querela nei confronti del giornalista Gianpiero Casagni", per "diffamazione aggravata e atti persecutori, consumati a mezzo della pubblicazione di articoli su un periodico regionale". E’ quanto annuncia Alfonso Cicero, presidente dell’Irsap, in una nota giunta nelle ultime ore in redazione. Nello stesso documento, Cicero fa riferimento a un "uso spregiudicato della stampa con una vera e propria persecuzione mediatica" e "senza mai concedermi il sacrosanto diritto di replica".<br />Casagni replica che "le notizie oggetto dei miei articoli su Centonove riguardanti l’Irsap, ed in particolare il suo presidente sono tutte state rigorosamente riscontrate". Il giornalista sostiene: "Semplice e sacrosanto esercizio del diritto costituzionalmente garantito di libertà di stampa". E aggiunge: "L’accusa di pretesa attività intimidatoria posta in essere nei confronti del Cicero è invece da addebitare allo stesso nei miei confronti attraverso un uso distorto dello strumento costituito dal ricorso all’attività giudiziaria". Nella foto a sinistra Alfonso Cicero, a destra Gianpiero Casagni.

Leave a comment

Rispondi