Centinaia di persone per i funerali dei coniugi uccisi a Palagonia

Centinaia di persone per i funerali dei coniugi uccisi a Palagonia

Accompagnate dal suono della banda musicale di Palagonia, le due bare di Vincenzo Solano e della moglie Mercedes Ibanez hanno lasciato la camera ardente allestita nel Municipio del paese. Le bare sono state trasportate a spalla verso la chiesa di San Giuseppe dove si terranno i funerali. A scortarle alcune centinaia di persone. E’ il giorno dei funerali di Vincenzo Solano e Mercedes Ibanez, i coniugi uccisi nella loro villetta durante una violenta rapina. Le esequie nella chiesa di San Giuseppe a Palagonia celebrati da monsignor Calogero Peri, arcivescovo di Caltagirone, in un clima di rabbia e tensione. Dell’assassinio fino ad ora è indiziato un ivoriano diciottenne ospite del Cara di Mineo, che non avrebbe agito da solo e che secondo gli investigatori avrebbe anche violentato la donna. Ieri sera il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha telefonato alle figlie della coppia per esprimere “cordoglio, personale e da parte di tutto il governo, e profonda vicinanza”. Anche il premier Matteo Renzi è intervenuto sulla vicenda durante un’intervista radiofonica: “Sono accaduti anche fatti di cronaca che hanno visto coinvolti immigrati e che quindi hanno rilanciato la preoccupazione e la polemica. Non voglio sottovalutare queste vicende e non voglio dire che non c’è nessun problema. Quindi responsabilità, serietà, linea dura, chi sbaglia deve pagare tutto, fino all’ultimo giorno, ma non perdiamo noi stessi, continuiamo a vivere”.