Casalinga morta all’ospedale “Sant’Elia”, il marito: "Chiediamo verità e giustizia"

[embed_video id=46541]
La Procura di Caltanissetta ha aperto un fascicolo – al momento senza indagati – sul decesso di Teresa Geraci, la casalinga nissena di 46 anni madre di cinque figli morta nella serata di mercoledì all’ospedale Sant’Elia di Caltanissetta durante una angiografia coronarica. La morte della donna è avvenuta nella divisione di Emodinamica, dopo il trasferimento dal reparto di Medicina generale. La salma al momento si trova nell’obitorio dell’ospedale. Durante la notte la polizia ha sentito i parenti e soprattutto il personale dell’ospedale e su ordine del magistrato, ha anche sequestrato la cartella clinica della paziente. La Procura ha disposto l’autopsia sul corpo della donna che viveva con la famiglia in via Fasci Siciliani, nel quartiere Santa Petronilla. Il marito Vincenzo Butteroso racconta al nostro microfono cosa è accaduto, da quando la moglie si è sentita male ed è stata trasportata in ospedale a quando è morta. Chiede di conoscere la verità e che venga fatta giustizia.