Carabinieri: due arresti e tre denunce

Carabinieri: due arresti e tre denunce

I carabinieri della Compagnia di Caltanissetta hanno segnalato 2 persone trovate in possesso di hashish; nei confronti di altre due persone sono stati eseguiti ordini di esecuzione pena ed un minorenne, autore di una “bravata”, e’ stato denunciato per danneggiamento. A Resuttano, i carabinieri della locale stazione hanno eseguito l’ordine di esecuzione per l’espiazione presso il domicilio delle pene detentive, emesso il 02 luglio 2015, nei confronti di Roberto Gallina, 39 anni, pluripregiudicato che deve espiare 6 mesi di detenzione domiciliare poichè riconosciuto colpevole dei reati di violenza privata e minaccia aggravata commessi a Resuttano nel 2012. A Sommatino i carabinieri della locale stazione sono intervenuti in via Legnano, dove era stato segnalato un principio di incendio. Sul posto i militari hanno constatato che erano stati dati alle
fiamme alcuni sacchi per l’immondizia, appoggiati al muro di un edificio. Dagli accertamenti svolti dai militari dell’arma, è stato possibile individuare ed identificare l’autore del fatto, circoscritto ad una mera bravata, messa in atto da un minorenne del
luogo. Per il ragazzo e’ scattata la denuncia alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Caltanissetta. Sempre a Sommatino, i carabinieri nel corso di un servizio di controllo del territorio, in una via del centro, hanno fermato un’autovettura “lancia”, condotta da un giovane di Riesi con un bordo un suo conoscente. Nel corso della perquisizione del veicolo sono stati rinvenuti, occultati nel vano porta oggetti, 4 grammi di hashish. I due sono stati segnalati alla Prefettura di Caltanissetta quali assuntori di sostanze stupefacenti. A San Cataldo è stato arrestato Giovanni Piazza, 44 anni, in ottemperanza di un ordine di esecuzione pena emesso il 4 luglio 2015 che deve espiare anni 5, mesi 6 e giorni 17 di reclusione perché riconosciuto colpevole dei reati di associazione a delinquere finalizzata alla spaccio di sostanze stupefacenti. La maggior parte degli episodi per cui e’ stato riconosciuto colpevole riguardano l’operazione antidroga denominata “piazza pulita”, quando finirono in manette ventidue persone ritenute responsabili a vario titolo di una lunga serie di episodi di spaccio di sostanze stupefacenti, in particolare eroina. L’arrestato, al termine delle formalita’ di rito presso la caserma tenenza di San Cataldo, e’ stato tradotto presso la casa circondariale di Caltanissetta.