Caltanissetta, sindaco: “ Situazione allarmante e qualcuno fa il furbo andando a San Cataldo a tagliarsi i capelli”

Caltanissetta, sindaco: “ Situazione allarmante e qualcuno fa il furbo andando a San Cataldo a tagliarsi i capelli”

Il sindaco di Caltanissetta Roberto Gambino comunica la situazione “ allarmante” dell’espandersi del coronavirus in città. 722 positivi sono in quarantena domiciliare, 74 sono ricoverati in malattie infettive e 10 in terapia intensiva. Qualcuno è stato ricoverato fuori provincia perché già la pressione ospedaliera si fa sentire al Sant’Elia. “ La situazione è critica, sia a causa della variante inglese che di comportamenti irresponsabili. Essendoci diverse attività aperte si esce senza validi motivi e si va pure a San Cataldo dal parrucchiere o barbiere a tagliarsi i capelli! Chiedete maggiori controlli ma non è il lockdown dell’anno scorso, i controlli ci sono ma sono quelli stabiliti e ammessi dalla legge. Ho interloquito con il sottosegretario Sileri e chiudere completamente la città è complicato, ognuno di noi deve assumersi le proprie responsabilità senza Furbate o non ne usciremo più. Ieri ho avuto un tavolo tecnico con il Prefetto, le forze dell’ordine e l’Asp, tutto quello che è nelle mie possibilità di sindaco lo sto facendo come tenere chiuse le scuole( ordinanza confermata dal presidente della Regione)e i divieti di stazionamento e assembramento ma per il resto dovete rispettare voi le norme. Per quanto riguarda i commercianti li ho incontrati nuovamente questa mattina e attendo la piattaforma per interloquire con il governo, non possono continuare a pagare solo loro! “ dichiara il sindaco Gambino