Caltanissetta, Sergio Cirlinci: “ Il virus dilaga, arriva la rabbia, Basta! Rispettiamo le regole!”

Caltanissetta, Sergio Cirlinci: “ Il virus dilaga, arriva la rabbia, Basta! Rispettiamo le regole!”

Sergio Cirlinci, nisseno, amministratore del gruppo Facebook Caltanissetta 4.01, dichiara:”65 nuovi casi a Caltanissetta solo oggi, purtroppo non c’è ottimismo che tenga, arriva la rabbia. E la rabbia fa dire basta. Basta smettiamola di fare gli ipocriti, smettiamola di attaccare chi raccomanda di restare a casa, definendolo terrorista, gufo, privo di ironia, c’è il giusto tempo per ridere ed il giusto tempo per far i seri, sempre che seri lo si sia…ma forse si è “vacanti”. Se cercare di parlare per indurre la gente al rispetto delle regole ben vengano queste accuse e ne vado fiero. Basta anche di cercare tra i codici,  commi e commicini per delegittimare il Sindaco, “autorizzando” quasi a trasgredire o peggio a creare confusione, smettiamola di dire che questo lo può dire e quest’altro no. Lo capite che dovremmo essere tutti uniti per far rispettare le regole senza guardare a chi le dice e cosa dice se questo serve alla causa comune; lasciamo passare la pandemia e poi si faranno i conti, ma oggi bisogna essere tutti uniti. Smettiamola anche con la farsa del dire che stiamo tutti in casa ed usciamo solo lo stretto indispensabile, smettiamola di dire che nessuno fa feste e festini scampagnate ed altro, smettiamoci di prendere in giro e cerchiamo di essere onesti e coscenziosi e che nessuno cavalchi la pandemia per far vedere che esiste e che si prende cura dei concittadini…bel modo, certi articoli e commenti hanno “autorizzato” le uscite e le gite fuori porta. Cari nisseni, siamo tutti stanchi ed arrabbiati, ma lo capite che così comportandoci non ne usciamo più ? Se non avete rispetto per voi, se non ve ne frega nulla della vostra salute, ricordatevi che la vostra irresponsabilità colpisce e danneggia anche chi sta chiuso in casa. Abbiate rispetto per chi muore, per chi è ricoverato ed anche chi soffre economicamente. Altro che riaperture, se fosse per me imporrei un nuovo lockdown…visto certe teste. Vi rendete anche conto che così facendo stiamo dando la botta definitiva alla già critica situazione economica nissena e che la ripartenza sarà molto dura ? Ad Maiora”