Caltanissetta, riapre al pubblico il Museo Diocesano “Mons. Giovanni Speciale”

Caltanissetta, riapre al pubblico il Museo Diocesano “Mons. Giovanni Speciale”
Il 12 settembre 2020 il Museo Diocesano “Mons. Giovanni Speciale” di Caltanissetta riaprirà al pubblico accogliendolo, in sicurezza, nelle sue sale per l’occasione in gran parte riallestite.
Il primo appuntamento è per le Vie dei Tesori, il festival dedicato alla valorizzazione del patrimonio culturale, monumentale e artistico delle città, che a Caltanissetta si svolgerà negli ultimi tre weekend di settembre (sabato e domenica 12-13, 19-20, 26-27).
In quell’occasione nelle sale del museo – uno dei siti da visitare – sarà presentato ai visitatori Il Percorso dei Principi, un suggestivo viaggio attraverso paesi dal fascino antico e nobile, capaci di narrare la storia inaspettata di una Sicilia autentica, ricca di arte, cultura, tradizioni.
Sono i paesi fondati nel cuore del nostro territorio tra la seconda metà del XVI secolo e la prima metà del XVIII, in virtù della licentia populandi concessa dal sovrano e dai viceré di Sicilia ai signori proprietari dei feudi, di cui il Museo Diocesano ha in animo di ripercorrere le orme, confinando la sua ricerca sui centri che ricadono nel territorio della Diocesi, con la volontà di indagarne, far conoscere e valorizzare il patrimonio artistico e culturale.
Acquaviva Platani, Bompensiere, Campofranco, Delia, Marianopoli, Montedoro, Resuttano, San Cataldo, Santa Caterina Villarmosa, Serradifalco, Sommatino, Vallelunga, Villalba. Sono i paesi di cui, attraverso una sequenza di pannelli redatti attingendo al prezioso lavoro di ricerca di appassionati esperti di storia locale che hanno prontamente e generosamente accolto l’invito a collaborare, saranno date, ove sia stato possibile recuperarle, notizie essenziali su: anno di fondazione; famiglia fondatrice ed eventuali passaggi successivi ad altre famiglie; antiche carte del paese risalenti alla fondazione; stemma della famiglia fondatrice; chiese e palazzi legati alla sua committenza; eventuali opere d’arte e manufatti commissionati.
Vogliono essere le tappe del percorso di una sorta di museo diffuso, tappe in senso reale perché lo scopo è anche quello di generare suggestioni che stimolino il desiderio di visitare quei più o meno piccoli centri, così prossimi e al tempo stesso poco conosciuti. Brevi viaggi alla ricerca dei segni e delle testimonianze nell’arte, nella cultura, nell’artigianato e in un patrimonio immateriale profondamente radicato nella vita collettiva.
Non a caso l’esordio di questo viaggio coincide con una data significativa per la storia del museo, quella della “ripartenza”. Vuole essere un segno di gratitudine in memoria di mons. Speciale, indimenticato fondatore del museo, che in questo Percorso aveva individuato uno degli assi fondamentali intorno a cui si struttura il recente progetto del Parco Culturale Ecclesiale della Diocesi, idea che la direzione del museo raccoglie per darle forma.
Sabato 26 settembre, è prevista una passeggiata con visite guidate del Museo Diocesano, della chiesa Madre di San Cataldo, della chiesa Madre e della chiesa Immacolata Concezione di Serradifalco. Prenotazione obbligatoria, passeggiata a pagamento. Per maggiori info contattare il numero 0934.21165 o inviare una mail all’indirizzo museodiocesano@diocesicaltanissetta.it
Mons. Giuseppe La Placa
Vicario Generale
Direttore Ufficio Stampa