Caltanissetta, Questore Ricifari: “Gang giovanili in città e nei comuni vicini.” 8 marzo e festa della Polizia occasioni di confronto con i giovani e il mondo della scuola

Caltanissetta, Questore Ricifari: “Gang giovanili in città e nei comuni vicini.” 8 marzo e festa della Polizia occasioni di confronto con i giovani e il mondo della scuola

Strategia di prevenzione della Polizia di Stato contro la violenza di genere, reati sentinella e temi concernenti l’universo femminile, in ambito sociale, economico e culturale, i temi trattati. Il prossimo 8 marzo alle ore 10.30, in occasione della Giornata internazionale della donna, che ricorre ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, economiche e politiche, sia le discriminazioni e le violenze di cui le donne sono state e sono ancora oggetto in molte parti del mondo, il Questore di Caltanissetta Emanuele Ricifari, terrà una conferenza in modalità online alla quale parteciperanno circa 200 studenti delle classi quarte e quinte del Liceo Classico Linguistico e Coreutico “R. Settimo” e dell’Istituto di Istruzione secondaria superiore “A. Manzoni – F. Juvara” di Caltanissetta. Il convegno, che s’inserisce nel più ampio contesto delle attività della Polizia di Stato legate alla prossimità con il mondo della scuola, ha anche lo scopo di prevenire e contrastare il fenomeno della violenza di genere, e si svolgerà grazie alla gentile disponibilità mostrata dalla dirigente scolastica reggente Prof. Loredana Schillaci e dalla dirigente scolastica, Prof. Rita Galfano. “Violenza di genere da contrastare non solo sotto il profilo della repressione – sottolinea il Questore Ricifari – ma tema da affrontare anche, e soprattutto, sotto il profilo culturale. Infatti, la repressione svolge la sua azione sugli effetti, la prevenzione sulle cause. Con la conoscenza del fenomeno tra i giovani si devono creare le condizioni culturali per far si che determinati atti, ancorché essere repressi, non debbano proprio verificarsi”. Nel corso dell’incontro il Questore illustrerà agli studenti la strategia di prevenzione della Polizia di Stato, quali sono i reati sentinella e il Protocollo Eva (Esame violenze agite). Saranno, altresì, toccati diversi temi riguardanti l’universo femminile, in ambito sociale, economico e culturale. “Gli educatori non sono soltanto gli insegnanti, ma gli allenatori, gli operatori delle parrocchie, i genitori”. E’ a loro che si rivolge il questore di Caltanissetta, Emanuele Ricifari, svelando che anche a Caltanissetta e in altri comuni della provincia esistono gang giovanili che dall’odio in rete potrebbero passare velocemente ai fatti in strada. L’8 marzo sarà l’occasione per richiamare alcune attività svolte in tema di prevenzione dei reati che vedono le donne vittime. Un messaggio sarà affisso in tutte le bacheche comunali della provincia. La festa della Polizia, il 10 aprile, se le condizioni lo consentiranno, si svolgerà al teatro comunale Margherita di Caltanissetta al mattino. Il pomeriggio a Delia, nella piazza del paese e nella nuova sala consiliare che sarà a breve inaugurata. L’incontro avrà come tema “Percorsi di legalità per l’emergenza educativa”. Saranno invitati gli studenti, gli insegnanti, le associazioni di volontariato e del terzo settore dalla parrocchia alle società sportive. Povertà educativa, devianza e violenza sono temi interconnessi e il questore ha lanciato un messaggio: “Gang giovanili si stanno costituendo anche a Caltanissetta e nei comuni vicini. Alcuni casi sono anche collegati alla violenza di genere e al sessismo”.