Caltanissetta, quattro furti con scasso in dieci giorni: arrestato 28enne 

Caltanissetta, quattro furti con scasso in dieci giorni: arrestato 28enne 

Il ladro seriale, ripreso dalle telecamere del sistema di videosorveglianza, è stato individuato dalla squadra mobile anche grazie ai tatuaggi alla mano e al polpaccio.

La squadra mobile ieri ha arrestato Giglio Vincenzo, ventottenne pluripregiudicato nisseno, già avvisato oralmente dal Questore di Caltanissetta, in esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Caltanissetta, su richiesta della Procura della Repubblica, poiché indagato in ordine a quattro episodi di furto aggravato, commessi tra la fine di agosto e gli inizi di settembre, ai danni dei distributori automatici di bevande e alimenti di piazza Mercato. Dalla visione delle immagini, riprese dal sistema di videosorveglianza, gli agenti hanno riconosciuto l’uomo nonostante che, in due casi su quattro, lo stesso indossasse un cappuccio. In tutte e quattro gli episodi di furto le telecamere hanno ripreso il malvivente nell’atto di forzare i distributori automatici, attraverso l’utilizzo di un leverino da carpenteria, e asportare il denaro contenuto nelle cassette porta monete. L’ammontare dei soldi trafugati dal ladro nel corso dei quattro furti ammonta a circa ottocento euro. In ragione dei ripetuti danneggiamenti i distributori automatici hanno riportato ingenti danni quantificabili in circa cinquemila euro. Attraverso l’attenta disamina delle immagini, gli agenti hanno, inoltre, notato che il ladro aveva due tatuaggi, uno visibile  sulla mano destra, e l’altro sul polpaccio della gamba destra. Il tatuaggio della mano è stato comparato dai poliziotti con quello che l’indagato aveva in una foto postata sul proprio profilo Facebook. Il Giudice, con l’ordinanza di applicazione della misura, ha ritenuto sussistere le esigenze cautelari, per i gravi indizi di colpevolezza e per il pericolo concreto ed attuale di reiterazione degli episodi criminosi. “Mi auguro che l’arresto di ieri – ha dichiarato il  dirigente della squadra mobile, vice questore Marzia Giustolisi – possa essere un esempio di sicurezza reale e percepita per i cittadini nisseni e per quegli imprenditori che hanno subìto, come nel caso di specie, ingenti danni economici per la serialità dei furti alle macchinette commessi dal Giglio”. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari.