Caltanissetta, Petitto: "L’Asp deve predisporre immediatamente i tamponi per tutti i cittadini ai quali è stata notificata in ritardo la quarantena"

Caltanissetta, Petitto: "L’Asp deve predisporre immediatamente i tamponi per tutti i cittadini ai quali è stata notificata in ritardo la quarantena"

Nota del consigliere comunale di Caltanissetta Annalisa Petitto:

“Con un video post su FB  ho comunicato di aver inoltrato  al Ministero della Salute, l’Assessorato Regionale della Salute e, per conoscenza, alla Procura e alla Prefettura di Caltanissetta una segnalazione urgente in cui rappresento che solo nella giornata di ieri 25 marzo l’ASP ha inoltrato alle  scuole Martin Luther King e Leonardo Sciascia la misura di quarantena obbligatoria, con decorrenza 12 marzo, da adottare nei confronti di  13 classi per “caso covid sospetta variante”
Da ieri leggo che a molti cittadini è stato notificato un provvedimento di fine isolamento  senza che gli stessi abbiano mai ricevuto il provvedimento di inizio isolamento ed oggi  mi sono stati inviati i provvedimenti di misura di quarantena obbligatoria che solo ieri l’ASP ha inoltrato alle scuole ed ai sindaci: misura di quarantena obbligatoria per sospetta variante COVID-19 che decorreva dal 12 marzo.
Ritenendo che il tutto abbia dell’incredibile e grave per la salute pubblica, ed ammesso che i protocolli impongano tale iter, ritengo che al di là di un provvedimento di quarantena obbligatorio notificato alla sua scadenza, l’ASP doveva e deve immediatamente predisporre tamponi urgenti ed immediati per tutti questi cittadini e ciò al fine di avere in tempo reale, e non in differita, il quadro dei contagi sospetti. Inoltre vanno inevitabilmente potenziate ed acceleratele procedure di rilascio degli esiti dei tamponi e dei conseguenti provvedimenti di fine isolamento.
E’ assolutamente strano che la città di Caltanissetta, in zona rossa dal 15 marzo scorso, inspiegabilmente non  non ha visto diminuire l’incremento dei contagi”.