Caltanissetta, Onde donneinmovimento al Sindaco: “Bisogna pensare già adesso alle scuole post Covid“

Caltanissetta, Onde donneinmovimento al Sindaco: “Bisogna pensare già adesso alle scuole post Covid“
Dopo l’emergenza Covid 19 che ha costretto bambini e bambine, ragazzi e  ragazze fuori dalle scuole per 4 mesi, oggi occorre mettere in campo risorse straordinarie di creatività e capacità di governo per garantire loro un anno scolastico in cui la funzione educativa non sia svuotata dalla indispensabile componente della socializzazione.
L’ Associazione Onde donneinmovimento, quindi,  chiede al Sindaco di Caltanissetta di  riaprire  e rendere agibili gli edifici scolastici chiusi in modo da renderli disponibili per la piena attuazione del diritto allo studio in città, già a partire dal prossimo settembre.
Onde donneinmovimento sollecita  un incontro con l’amministrazione  affinché  si faccia promotrice di un confronto con dirigenti, insegnanti, studenti, genitori, cittadini per programmare e attuare quanto è necessario in una  Città in cui la scuola rappresenti veramente una priorità.

Di seguito la lettera aperta al Sindaco di Caltanissetta:

Mancano poco più di due mesi alla riapertura delle scuole, è tempo che l’enfasi lasci spazio alle azioni efficienti ed efficaci.
La necessità legata al “distanziamento” deve trasformarsi in opportunità, alunni e alunne, studentesse e studenti tornando a scuola debbono trovare aule, spazi, insegnanti idonei non tanto e non solo al post COVID19 bensì alla scuola stessa.
La sciagurata politica che ha visto le classi riempirsi sino all’inverosimile, l’abbandono di molti edifici scolastici in nome di una presunta efficienza che in realtà mascherava la mancanza di investimenti e risorse destinate all’insegnamento deve cessare.
L’Associazione Onde donneinmovimento chiede al Sindaco di Caltanissetta di riaprire gli edifici scolastici chiusi in modo da renderli disponibili perché il diritto allo studio non sia solo un’affermazione di principio ma una realtà e lo sia sin dalla più tenera età.
In un momento così difficile occorre mettere in campo risorse straordinarie di creatività e capacità di governo e Onde donneinmovimento dichiara la propria disponibilità ad un incontro con amministratori, dirigenti, insegnanti, studenti, genitori, cittadini per programmare e attuare quanto è necessario alla Città che vuole guardare al futuro con gli occhi delle sue figlie e dei suoi figli.