Caltanissetta, omicidio ragazzo pakistano. Falcone: "Il caporalato va sgominato e cancellato"

Caltanissetta, omicidio ragazzo pakistano. Falcone: "Il caporalato va sgominato e cancellato"
In queste ore sta emergendo una verità terribile, che se fosse vera, rivelerebbe un losco episodio di caporalato nelle campagne , dove lo sfruttamento di operai a pochissimi euro , viene favorito e nascosto. Forse Adnan è stato ucciso per aver difeso i suoi fratelli pakistani  che lavoravano nei campi, invitandoli a denunciare gli sfruttatori. Adnan quindi era un cittadino modello, amato da tutti , anche dai nisseni che lo apprezzavano per la serietà ed affidabilità. Chi ha pensato che il giovane pakistano fosse coinvolto in un giro sporco di spaccio e quanto altro, ha sbagliato. A Caltanissetta risiede una nutrita comunità di Pakistani che lavora seriamente e rispetta le regole. Quindi, se veramente ci trovassimo dinanzi ad una verità così infima , è chiaro che abbiamo il dovere di agire. Per questo motivo, da consigliere comunale di Caltanissetta, esorto  il Sindaco Roberto Gambino, a rappresentare agli organi di polizia e forze dell’ordine preposte , la preoccupazione di tutta la comunità nissena e di chiedere a costoro, a gran voce di fare piena luce sull’accaduto. Il caporalato, organizzazione di sfruttamento degli operai extracomunitari, va sgominato e cancellato. Chiedo quindi alle forze dell’ordine, giustizia per Adnan , morto probabilmente per difendere i suoi connazionali, che per guadagnare pochi spiccioli sotto il sole cocente ,per moltissime ore al giorno, subivano ingiustizie e soprusi. Esprimo questa necessità, perché vivo in una terra , la Sicilia, civile ed accogliente , nei confronti di chi viene nella nostra isola da altri paesi, desiderosi di una vita migliore nel rispetto delle nostre regole per contribuire alla crescita della nostra comunità.
Matilde Falcone consigliere comunale Diventerà bellissima