Caltanissetta. Nessuna fake news. La ragazza denuncia l’aggressione subita dall’uomo di colore

Caltanissetta. Nessuna fake news. La ragazza denuncia l’aggressione subita dall’uomo di colore

Nessuna fake news in merito all’aggressione subita a Caltanissetta da una ragazza di 28 anni da un uomo di colore riconosciuto dalla stessa nel ghanese di 34 anni che la scorsa settimana ha sfondato a sassate la vetrata del supermercato Eurospin. Sulla notizia da me riportata, nel corso di una conferenza stampa indetta dal questore di Caltanissetta Emanuele Ricifari, è stato detto che si trattava di una fake news. Così non è! Infatti la ragazza il giorno 19 maggio 2021 alle ore 18.00 alla squadra mobile di Caltanissetta (terza sezione Reati contro la persona in danno di minori e reati sessuali) ha sporto formale denuncia orale. Per tutelare la vittima non riporto le sue generalità ma lo stralcio della sua denuncia: “Nella mattinata del 14 maggio 2021 intorno alle 10,30/ 10,40 dopo avere acquistato un panino mentre mi trovavo al mercato Strada a’ foglia ed attraversavo la via Palmeri, per raggiungere il mio esercizio commerciale,  mi accorgevo che frontalmente mi veniva incontro un ragazzo di colore il quale facendo delle smorfie strane con la bocca, enfatizzando la sua eccitazione, mi fissava con insistenza. Io accortami di tale atteggiamento nel momento in cui mi raggiungeva frontalmente mi spostavo per farlo passare ma questi dopo avermi superata tornava indietro e mi palpeggiava nella zona dei glutei. Io repentinamente mi mettevo a gridare e lo allontanavo dandogli un colpo con la busta che conteneva il panino appena acquistato. Nel corso degli eventi notavo che l’uomo continuava a fare le smorfie con la bocca e la lingua ad indicare che era eccitato,  cosa che mi faceva pensare che in quel momento detta persona non era nel pieno delle sue facoltà mentali. Immediatamente accorrevano le persone che si trovavano a transitare li’ nel vicolo e si formava un capannello, le quali si preoccupavano di soccorrermi e farmi calmare mentre l’uomo di colore si allontanava. Subito dopo raggiungevo il mio negozio e da li chiamavo le forze dell’ordine. Nell’occorso mi venivano passati i carabinieri i quali però non intervenivano in quanto impegnati, ringraziandomi di aver fatto la segnalazione. Ho riconosciuto l’autore della violenza sessuale nei miei confronti nella persona di colore che in questi giorni si vede nei filmati che girano sui social network e che si è reso protagonista del lancio di sassi contro la vetrata del supermercato Eurospin di via Alcide De Gasperi.

D. Quindi è in grado di riconoscere l’autore del reato da lei subito?

R. Si vi mostro il filmato che i giorni precedenti la mia aggressione avevo visto dal quale vi riconosco senza ombra di dubbio l’autore del reato da me subito.

D. Ha notato se qualcuno dei presenti è riuscito a fermare l’individuo da lei descritto?

R. No ho solo visto che si allontanava senza essere rincorso da alcuno ma io subito dopo facevo rientro in negozio”

Ovviamente scrivo l’articolo essendo in possesso di copia integrale della denuncia orale sporta dalla suddetta ragazza e nello spirito di estrema verità e di serietà professionale che ha contraddistinto sempre il mio operato di scrupolosa giornalista. Ovviamente senza avere alcuna intenzione di entrare in polemica rispetto alla conferenza stampa tenuta dal questore di Caltanissetta sull’argomento di cui alla denuncia e comunque nello spirito di tutelare i miei diritti di libera giornalista e dopo aver consultato un legale di fiducia. 

Danila Bonsangue