Caltanissetta: la morte di Daniele Piras 55 anni sarebbe avvenuta per soffocamento. Persona allegra e generosa lascia un grande vuoto

Caltanissetta: la morte di Daniele Piras 55 anni sarebbe avvenuta per soffocamento. Persona allegra e generosa lascia un grande vuoto

La morte di Daniele Piras, 55 anni di Caltanissetta, sarebbe avvenuta per soffocamento da cibo. È quanto stabilito dal medico legale. L’uomo è morto ieri mentre stava pranzando nel locale adibito a ristorante all’interno del panificio Amico di via Redentore. Il decesso quindi sarebbe avvenuto per asfissia meccanica e ridotta capacità di deglutire causata anche dall’uso di farmaci. L’uomo mentre pranzava si è accasciato a terra, i presenti hanno chiamato il 118 ma a nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo. In un primo momento si era pensato ad un infarto. Toccante quanto scritto dalla figlia su Facebook: “ Dolce papino mio, oggi è volata via con te una parte immensa del mio povero cuore distrutto, la parte che ti accompagnerà per sempre durante il tuo ultimo viaggio e che non ti farà mai sentire solo. Non c’è stato un solo giorno in cui non mi hai dimostrato tutto il tuo amore e la tua ammirazione. A volte mi imbarazzavo perfino quando non facevi altro che vantarmi con tutti, nonostante non avessi mai fatto nulla di straordinario, ma io ero la tua bambina , il tuo “ pesciolino “ e questo bastava a renderti l’uomo più orgoglioso del mondo. Oggi lasci un vuoto incolmabile nel cuore di tutte le persone che hanno avuto il privilegio di conoscerti. Eri una persona solare e allegra nonostante le mille difficoltà di questa tua breve vita, davi forza e coraggio a chiunque, tutti ricorderanno per sempre le tue battute sempre pronte. Sei stato una persona stupenda, esemplare, non c’era un briciolo di malignità in te, eri così genuino e umile che forse non eri adatto a questo mondo corrotto che ti ha dato sempre tanti dispiaceri. Ora sei libero di volare in alto, di portare il tuo buon umore in cielo e far piangere dalle risate il nostro Dio che amavi tanto. Mi mancherai ogni giorno per il resto della mia vita. Ti amo tantissimo papino mio. Tua Rossella”.  Sentite condoglianze alla famiglia da giornale nisseno