Caltanissetta, la Guardia di Finanza festeggia il suo Patrono San Matteo

Nella mattinata odierna, presso la Parrocchia “San Pietro” della città, ha avuto luogo la celebrazione della Santa Messa in occasione della festa liturgica di San Matteo, patrono della Guardia di Finanza.
La ricorrenza, che cade il 21 settembre, viene celebrata dalla proclamazione di San Matteo quale Patrono del Corpo, avvenuta nel 1934 ad opera di Papa Pio XII.
La funzione religiosa, alla quale hanno partecipato le massime Autorità Civili e Militari locali, i finanzieri in servizio al Comando Provinciale della Guardia di Finanza ed i rappresentanti dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia delle Sezioni di Caltanissetta e Gela, è stata officiata da Sua Eccellenza Mons. Mario Russotto, Vescovo di Caltanissetta.
Durante l’omelia il Presule dopo aver ricordato la figura dell’apostolo Matteo, pubblicano ed esattore delle tasse, mettendo in evidenza la sua pronta disponibilità alla chiamata di Cristo, ha esortato le Fiamme Gialle a svolgere con coerenza, correttezza e impegno la propria missione istituzionale, nel pieno rispetto della propria e dell’altrui dignità.
Al termine della Celebrazione, il Comandante Provinciale – Col. Andrea Antonioli – dopo aver ringraziato gli intervenuti per la partecipazione e Mons. Russotto per aver invocato la protezione e la guida del Santo Patrono nell’azione delle Fiamme Gialle, richiamando un brano della “Preghiera del Finanziere”, ha voluto fare memoria dei Militari, della Guardia di Finanza e delle altre Forze di Polizia, caduti nell’adempimento del dovere.