Caltanissetta, incontro del Sindaco Ruvolo con Caltanissetta antirazzista

Presso il Comune di Caltanissetta il 22 gennaio 2019, si è tenuto l’incontro del Sindaco Ruvolo
con Caltanissetta antirazzista. L’incontro era stato chiesto in occasione della manifestazione in sostegno
dei “Sindaci Resistenti” svoltasi a Caltanissetta in Corso Umberto il 12 gennaio.
Hanno preso parte all’ incontro in rappresentanza di Caltanissetta antirazzista Loredana Rosa,
Eugenia Campo e le avvocate Giacoma Di Francesco, Letizia Fallica, Delia Perricone; per il Comune,
oltre al Sindaco, erano presenti la dirigente dei Servizi Demografici dott.ssa Angela Polizzi, alcuni
impiegati dell’Ufficio Anagrafe e un rappresentante RSU.
Obbiettivo dell’incontro era quello di trovare soluzioni idonee a superare le difficoltà riscontrate in
merito all’iscrizione nei registri anagrafici del Comune delle persone che, a seguito del d.l. n. 113/2018
(decreto Salvini), non potevano più utilizzare il permesso di soggiorno come titolo per l’iscrizione nei detti
registri. Pertanto è stato consegnato al Sindaco un documento contenente suggerimenti atti a superare
gli ostacoli che sembrano essere posti dalla nuova normativa.
La soluzione proposta nel documento per superare l’ostacolo posto dall’art. 13, garantire i diritti
delle persone che si trovano nel nostro Comune e consentire agli amministratori di adempiere ai loro
obblighi, è quella di utilizzare, per assolvere le condizioni previste dalla legge per l’iscrizione anagrafica,
il c.d. “modello C3” che comprova la regolarità del soggiorno dei richiedenti la protezione internazionale
ed è rilasciato dalla Questura a seguito dell’identificazione effettuata.
In subordine e in attesa degli sviluppi che riguardano la definizione dei ricorsi contro la legge
“Salvini”, potrebbe essere utilizzato lo schedario della popolazione temporanea che però, data appunto
la “temporaneità”, comporterebbe aggravio di lavoro e situazioni di incertezza e disaggio.
Il Sindaco ha ringraziato Caltanissetta antirazzista e le avvocate per l’ eccellente lavoro e l’utile
contributo soprattutto in merito alla possibilità di utilizzare il “modello C3” e ha assicurato che sottoporrà
il documento al vaglio degli organi competenti per un primo esame, volto anche a fugare alcuni dubbi
posti dalla Dirigente e dal personale, e che al più presto convocherà una Conferenza dei Servizi
specifica per definire la questione e alla quale sarà invitata una rappresentanza di Caltanissetta
antirazzista.