Caltanissetta. Guardia di finanza, consuntivo 2013

Caltanissetta. Guardia di finanza, consuntivo 2013

CALTANISSETTA – Tempo di consuntivi per la Guardia di finanza nissena. L’obiettivo prioritario resta la lotta all’elusione e all’evasione fiscale, che sottraggono risorse alle casse erariali. L’impegno dei finanzieri si è concretizzato in 596 attività ispettive, tra verifiche fiscali, controlli, accertamenti patrimoniali e altro. Complessivamente 2.890 tra controlli sulla regolare emissione di scontrini e ricevute fiscali, controlli su strada e sugli indici di capacità contributiva. Recuperati a tassazione redditi per oltre 121 milioni di euro. Iva evasa all’erario per 37 milioni. Individuati 34 evasori totali. Nei controlli nei confronti degli esercizi commerciali, per verificare il rilascio degli scontrini, rilevate 778 violazioni tra mancate emissioni e altro. Effettuati 142 controlli su ticket sanitari e sulle prestazioni sociali agevolate. Nell’ambito delle indebite percezioni di contributi, per 307 mila euro, emersa la responsabilità penale di 18 persone. Sequestrati beni mobili e immobili per 18 milioni di euro. Nella zona di Villalba, sequestrata una piantagione di canapa indiana che, al termine del ciclo produttivo e della vendita, averbbe fruttato circa 3 milioni di euro nell’illecito mercato della droga. Nella lotta alla contraffazione, sequestrati oltre 2 mila capi d’abbigliamento e accessori e 3.578 prodotti per l’igiene. Infine, in merito ai danni erariali, verbalizzati 24 soggetti e accertatati tributi evasi per oltre 2 milioni di euro. Ampio servizio nel telegiornale di Tcs e on line, con un’intervista al comandante delle fiamme gialle, colonnello Pier Luigi Sozzo (nella foto): "Bilancio sicuramente positivo.

Leave a comment

Rispondi