Caltanissetta, Curia Vescovile: si conclude il 15 ottobre il centenario di Padre Angelico

Caltanissetta, Curia Vescovile: si conclude il 15 ottobre il centenario di Padre Angelico

In Cattedrale Professione Perpetua di cinque Suore

 

Con una solenne celebrazione eucaristica in Cattedrale, presieduta dal Vescovo Mons. Mario Russotto, giovedì 15 ottobre alle 18.00, si concluderà l’anno del centenario del Venerabile Padre Angelico Lipani, tornato alla casa del Padre nel 1920, dopo una vita spesa nella carità verso i poveri e la fondazione della Congregazione delle Suore Francescane del Signore, oggi presente con le sue attività in quattro continenti del mondo.

E saranno proprio cinque giovani suore di origine tanzaniana a fare la loro Professione Perpetua durante la funzione del 15 ottobre: Suor Julienne Aimée K. Mabou, Suor Birgita Tlemu Baynit, Suor Mary Happiness Kavishe, Suor Cecilia Stephano Tlanka e Suor Mistiola Margwe Tlae sceglieranno definitivamente la vita religiosa nella Congregazione fondata dal Cappuccino nisseno nel 1885, che oggi ha come Madre Generale Suor Priscilla Dutra Moreira, proveniente dal Brasile.

L’attenzione verso gli ultimi ha caratterizzato l’apostolato e la testimonianza di Padre Angelico Lipani, nella città degli zolfatai tra ‘800 e ‘900, e questo carisma di perpetua modernità nella Chiesa oggi continua nella presenza solidale della Congregazione nei continenti del mondo in cui maggiore è la necessità di incontrare, ascoltare e sostenere le povertà antiche e nuove con azioni concrete di istruzione, cura e promozione rivolte soprattutto all’infanzia e alle giovani donne.

«Padre Angelico ha celebrato la carità nella quotidianità – ha scritto il nostro Vescovo Mario ne “Lo Svegliarino”, la nuova rivista della Congregazione che riprende la storica testata voluta da Padre Angelico a fine ‘800 – andando casa per casa a trovare i poveri insieme alle Sorelle, rispettoso della loro dignità. Questa grandiosa opera che oggi, attraverso la Congregazione delle Suore Francescane del Signore, illumina la nostra Diocesi e la nostra città, è come il candelabro che fa luce a tutta la nostra Chiesa, perché la fede si misura dall’amore ai fratelli più poveri, nell’esercizio della carità silenziosa».

L’ultimo numero de “Lo Svegliarino” interamente dedicato alla presenza francescana in Africa, sarà distribuito in Cattedrale al termine della celebrazione conclusiva del centenario e della Professione Perpetua del 15 ottobre.