Caltanissetta: cani randagi aggrediscono conigli e galline di una famiglia e il figlio di 7 anni si ferisce per scappare

Caltanissetta: cani randagi aggrediscono conigli e galline di una famiglia e il figlio di 7 anni si ferisce per scappare

Un nisseno, Sebastiano Lipani scrive alla nostra redazione per segnalare i grossi problemi che lui e la sua famiglia vivono a causa dei cani randagi, parecchi a Caltanissetta. Scrive a noi perché nonostante segnalazioni, foto, video, mail inviate al comando dei vigili urbani e al Comune non riceve ne’risposte ne’peggio ancora soluzioni al problema. La famiglia Lipani vive in una casa di campagna in contrada Tucarbo, dietro negozio Mantione in via Borremans, incrocio via Puccini e il loro terreno va a finire nella via San Giuliano Busiti. Sebastiano Lipani ha un figlio di 7 anni che ama molto gli animali e quindi gli ha comprato coniglietti e galline che stanno dentro grandi gabbie. I cani randagi però entrano nel terreno e mettono a rischio l’incolumità della famiglia e dei piccoli animali essendo molto aggressivi. Il bimbo è rimasto pure ferito per riuscire a scappare un giorno. Una notte i cani sono entrati nuovamente e grazie al cane da guardia di famiglia, il signor Lipani è riuscito ad aprire la gabbia e a mettere in salvo alcuni coniglietti ma gli altri 3 e 3 galline sono stati uccisi dai randagi. Danni economici e soprattutto morali, il figlio ha pianto 15 giorni ed il padre ha acquistato nuovi animali. Ma non si può certo vivere a casa propria con il terrore dei cani randagi che possono anche ferire gravemente i componenti della famiglia.