Caltanissetta, Associazione Teatro della Parola: in scena per le strade e nei luoghi del centro storico un evento straordinario e di grande suggestione

Caltanissetta, Associazione Teatro della Parola: in scena per le strade e nei luoghi del centro storico un evento straordinario e di grande suggestione

L’Associazione Teatro della Parola ( A.Te.Pa. ) porterà in scena per le strade e nei luoghi del centro storico della città di Caltanissetta un evento straordinario e di grande suggestione.
Si tratta di un evento con forti connotati di innovazione nel rispetto della tradizione della Settimana Santa che coinvolgerà direttamente il pubblico presente.
Il progetto che ha visto impegnati tanti professionisti e volontari, denominato “Passione di nostro Signore Gesù Cristo” si svolgerà nei giorni e modi seguenti:

Lunedì 15 aprile 2019:

L’ Ultima Cena

L’Ultima Cena, testi e regia di Michele Albano, trasporterà gli spettatori nella Gerusalemme del 33 d.C. realizzando con i cittadini una esperienza di meta-teatro.
La location, la Cripta della Cattedrale Santa Maria La Nova, accoglierà gli apostoli riuniti nel Cenacolo in una suggestiva atmosfera introducendo gli spettatori in un ambiente domestico del tempo. La piazzetta della Pescheria, invece vedrà l’allestimento di un mercato, un bazar con bancarelle e artigiani, nel quale avverranno scene a sorpresa che coinvolgeranno gli spettatori. Saranno presenti alcuni ex-capitani della Real Maestranza, maestri d’arte e di bottega, che durante la rappresentazione mostreranno ai cittadini come gli artigiani del tempo realizzavano suppellettili e oggetti ornamentali.
– ore 18:30 “Mercato di Gerusalemme”: Piazza Garibaldi, Via C. Genovese e Piazzetta Pescheria;
– ore 18,45 – 22,30 “Ultima Cena”, Cripta della Cattedrale.

Gli spettatori entreranno in Cripta in gruppi di 90 persone e la rappresentazione verrà ripetuta cinque volte.

Martedì 16 aprile 2019:

Il corteo romano e il Pretorio

Gesù è portato da Pilato durante un corteo che si snoda per le strade del centro storico. Attori e figuranti, una biga romana e cavalieri a cavallo, raggiungono la gradinata S. Pellico dove sarà rappresentato il Pretorio. Da sempre, il momento della flagellazione di Gesù suscita molta commozione mentre la restituzione del denaro ai Sacerdoti da parte di Giuda, e il rinnegamento di Pietro ci fanno comprendere e vivere in prima persona la sofferenza di Gesù nell’essere abbandonato dagli amici e da tutti coloro di cui si fidava.
– ore 19:30 “Corteo della Biga”: partenza dal Largo Badia e arrivo alla scalinata Silvio Pellico, in via Cavour;
– ore 20:15 “Pretorio”: Rappresentazione

La Via Crucis e A’ Scinnenza:

Gesù con la pesante croce si avvia al luogo della crocifissione. Durante il suo percorso incontrerà le pie donne, la Madre, il Cireneo. Sulla gradinata A. Lopiano invece, la scena della crocifissione, la sua deposizione e la pietà della Madonna rappresentano il momento più triste del dramma. Il mondo è ormai avvolto dalle tenebre e solo la luce della Resurrezione potrà portare nuova speranza all’umanità.
Giuda, ormai lontano da ogni piccola speranza di redenzione si toglie la vita.
-ore 21:30 “Via Crucis”: partenza dalla scalinata Silvio Pellico, in Via Cavour e arrivo alla scalinata Agostino Lopiano,
in Piazza L. Capuana;

– ore 22:15“Crocifissione”e“A’Scinnenza”: Rappresentazione sacra

Domenica 21 aprile 2019

Corteo della Via Dolorosa e la Resurrezione

Il mondo è a lutto, l’intera città piange la morte di Cristo che viene deposto nel suo sepolcro. Questa volta è la Madonna ad essere tentata ma la sua fede in Gesù le darà la possibilità di fugare ogni dubbio. Ma la sfolgorante luce della Resurrezione già si prepara e a breve le donne, la Maddalena e Maria vedranno il proprio Maestro risorto in carne ed ossa. La vita ha veramente sconfitto la morte.

– ore 19:00 “La Via Dolorosa”: partenza dal Largo Badia e arrivo alla scalinata Agostino Lopiano, in Piazza L. Capuana;

– ore 20:00 “La Resurrezione”: Rappresentazione sacra.

La regia delle seguenti rappresentazioni sacre:

Il mercato di Gerusalemme e l’Ultima Cena
Il corteo romano e il Pretorio
La Via Crucis e A’ Scinnenza
Il Corteo della Via Dolorosa e la Resurrezione
è stata curata da Michele Albano, Giuseppe Riggi, Piero Carà e Salvatore Riggi.
I testi inediti sono stati redatti dagli autori: M. Albano – P. Carà- A. Bilardo – S. Riggi – E. Arena – I. Testaquatra.
Tutti gli attori reciteranno dal vivo e in alcune scene saranno accompagnati dalla musica della Banda S. Albicocco.
L’Associazione A.Te.Pa. assieme alla Real Maestranza è inserita nel percorso di Candidatura per il Riconoscimento del Patrimonio Immateriale dell’Umanità dell’UNESCO Convenzione 2003, per la categoria “Teatro della Passione”.
A tal proposito l’Associazione Teatro della Parola parteciperà ad una Passione dal vivo per le strade e nei luoghi più significativi di Matera, avendo come personaggi, interpreti, costumi, scenografia, attrezzeria, regia e organizzazione le comunità italiane ed europee del Teatro della Passione.
E’ questo l’evento straordinario e di grande suggestione che andrà in scena il prossimo 30 marzo a Matera nello spettacolare scenario dei Sassi, Patrimonio UNESCO dal 1993, location indimenticabile de’ “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini e, più di recente, ambientazione per The Passion of Christ (2004) di Mel Gibson.
L’iniziativa, che rientra nelle manifestazioni previste in occasione del grande evento “Matera Capitale Europea della Cultura 2019”, è promosso da Europassione per l’Italia, la rete dei 40 sodalizi italiani che operano in quasi tutte le regioni italiane e di cui fa parte anche l’associazione A.Te.Pa. dal 2014.
Europassione per l’Italia, dal 2013, è impegnata in un percorso di valorizzazione nazionale e internazionale sul tema del Teatro della Passione di Cristo, finalizzato alla presentazione di una proposta di candidatura UNESCO. “Prospettiva UNESCO” è, infatti, il nome del progetto che a partire dall’attività bottom up svolta da moltissime comunità italiane per la salvaguardia delle molteplici espressioni del Teatro della Parola e della Passione di Cristo è proiettato al “Registro delle Buone pratiche di salvaguardia”, istituito con l’art.18 dalla Convenzione UNESCO per la
salvaguardia del Patrimonio culturale immateriale del 2003.
L’evento in programma a Matera ha dunque un duplice obiettivo: concorrere a diffondere il nome di Matera Città Patrimonio UNESCO come Città della Passione in chiave europea, nell’anno in cui la città è Capitale della Cultura, e quello di divulgare, così come dalle raccomandazioni UNESCO, il percorso di candidatura in progress e quindi valorizzare il patrimonio culturale immateriale delle comunità della Passione.
L’evento sarà realizzato in collaborazione con: Europassion, Comune di Matera, Fondazione Matera 2019, MIBAC-ICDe Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia, Federculture, ICOMOS, UNPLI, Meraviglia Italiana, Hostelling International, IRC, Conferenza Episcopale della Basilicata, Arcidiocesi di Milano.
La Passione sarà itinerante e si articolerà in diverse stazioni localizzate nei punti più suggestivi dei Rioni Sassi di Matera. Una guida-attore accompagnerà i partecipanti e gli spettatori lungo tutto il percorso facendo da raccordo, commento e narrazione della rappresentazione. La passione verrà ripetuta per 3 volte , una delle quali sarà in lingua inglese, con partenza da piazza Sedile alle ore: 12,00 – 15,00- 16,00- 17,00 per un totale di 18 scene, dall’Ultima Cena fino alla Resurrezione e alla pietra dell’Unzione.
L’evento sarà supportato scientificamente dall’Istituto Centrale per la Demoetnoantropologia del Mibac. La partecipazione delle singole associazioni sarà coordinata e affiancata dal lavoro di Patrizia Nardi, Responsabile tecnico-scientifico Progetto Unesco Per Europassione Per L’italia; Claudio Bernardi, dell’Università
Cattolica di Milano; Francesco De Melis, dell’Università La Sapienza di Roma, Cineasta ed etnomusicologo per il Progetto Europassion Matera 2019; Flavio Sialino Presidente Europassione per L’Italia.
La regia sarà curata da Annamaria Ponzellini, regista ed esperta della comunicazione nell’ambito dei linguaggi espressivi, che con il sua opera artistica è riuscita a creare la giusta coesione tra le varie espressioni delle tradizioni della Passione italiane, fornendo omogeneità e coerenza ad una rappresentazione che merita certamente di essere vista.
L’associazione Teatro della Parola A.Te.Pa. contribuisce alla rappresentazione tra i Sassi con molti attori, tra i quali sono stati scelti ben quattro ruoli protagonisti (Ilaria Testaquatra: Maria, Filippo Giardina: Giuseppe d’Arimatea, Salvatore Riggi: Giovanni, Loredana Bellavia: Pia Donna; Figuranti: Giuseppe Riggi, Leandro Sollami, Marco Cocciadiferro, Salvatore Alfano, Emanuela Giordano, Piero Buttaci).

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Friends link: Windows-7-Ultimate-key Windows-7-Ultimate-key-sale Windows-7-Ultimate-key-online-sale buy-Windows-7-Ultimate-key windows-7-professional-key purchase-windows-7-professional-key windows-7-professional-key-sale windows-7-professional-key-cheap windows-7-professional-key-shop-online buy-windows-7-professional-key
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com