Caltanissetta, Aiello (LEGA): “Riaprire il ponte di Contrada Serra dei ladroni”

Caltanissetta, Aiello (LEGA): “Riaprire il ponte di Contrada Serra dei ladroni”

Nell’estate 2018, dopo il crollo del ponte Morandi di Genova, venne chiuso in via precauzionale il piccolo ponte di collegamento tra Contrada Serra dei ladroni e Contrada Niscima.

Chiusura che sta creando serie difficoltà ai residenti di quella zona, che ieri hanno invitato il Consigliere Comunale della Lega, Oscar Aiello, ad effettuare un sopralluogo.

“La chiusura del ponte, lungo meno di 7 metri – fa sapere il Consigliere Aiello – costringe i residenti a percorrere un tragitto più lungo di circa 5 km a tratta, che moltiplicato per più volte a giorno andata e ritorno vuol dire far percorre centinaia di km in più, quindi più soldi spesi per il carburante, più inquinamento, più usura dei veicoli, più stress per i residenti che oltre al danno – continua Oscar Aiello – stanno subendo anche la beffa! Sebbene siano trascorsi quasi due anni dalla chiusura, sul ponte non sarebbe mai stata effettuata una prova di carico, non sarebbe quindi mai stato tecnicamente verificato se quel ponte è realmente instabile, oppure no! Tra l’altro – aggiunge il Consigliere Aiello – i residenti si erano resi disponibili a pagare loro le spese necessarie per la prova di carico. Nonostante ciò non sarebbe ancora stata fatta nessuna verifica tecnica ed il ponte, che a questo punto potrebbe anche essere idoneo all’utilizzo, continua a rimanere chiuso a tutto danno dei residenti”.

Il ponte si trova al KM 0 della SP 123, pertanto la problematica non è di diretta competenza del Comune – chiarisce Oscar Aiello, che aggiunge: Contrada Serra dei ladroni è però territorio di Caltanissetta e lì vivono oltre 100 famiglie nissene, che pagano le tasse al Comune e da chi sta al Comune si aspettano giustamente in cambio servizi ed una Città più vivibile. Per questo motivo ho accettato il loro invito ad ascoltarli sul posto ed ho assunto l’impegno di farmi loro portavoce e di sollecitare il Sindaco, al quale chiederò tramite un’Interrogazione di farsi sentire presso altre Istituzioni”.

Durante il sopralluogo il Consigliere Oscar Aiello ha raccolto tra i residenti altre legittime lamentele, tra le quali: il problema di approvvigionamento idrico, che in quella zona avviene tramite autobotti poichè c’è solo una conduttura privata (alla quale nuovi utenti non possono collegarsi); le strade sono inoltre piene di buche e di erbacce, che restringono pericolosamente la carreggiata (rendendo pericoloso il contemporaneo transito di due auto).

Alla fine del lungo sopralluogo i residenti hanno inoltre fatto notare al Consigliere della Lega la pericolosità di un altro ponte (“Gannittello” sulla SP1), che è privo di adeguate protezioni. Da lì sono già volate delle auto ed il guard rail, sostituito provvisoriamente da new jersey in plastica, non è mai stata ripristinato.

“Strade e cittadini abbandonati: questo è il risultato dell’abolizione delle Province” – conclude Oscar Aiello.