“Boicottiamo i negozi che vendono olio straniero”. Campagna di Lega Nissena

“Boicottiamo i negozi che vendono olio straniero”. Campagna di Lega Nissena

Boicottare i negozi di Caltanissetta che commercializzano olio importato da Paesi stranieri. La provocatoria iniziativa è della Lega Nissena, che attraverso il portavoce Gianfranco Fuschi invita i nisseni a segnalare i negozi anti Made in Italy.

“La recente decisione del Parlamento Europeo, con in prima fila i parlamentari del partito democratico, di autorizzare la commercializzazione di trentacinque mila tonnellate di olio di oliva tunisino in Europa senza dazi è solo l’ultimo grave e vergognoso attentato alle produzioni Italiane e siciliane in particolare – spiega Fuschi -. A tal proposito ricordiamo l’invasione di pomodoro proveniente dal Marocco in concorrenza sleale nei confronti degli agricoltori siciliani. Tali atti in danno della nostra agricoltura hanno, finalmente, aperto un ampio fronte di solidarieta’ verso i nostri agricoltori e di ripulsa verso un europa pronta a chiedere e mai disposta ad ascoltare il grido di dolore degli agricoltori Italiani”.

Secondo la Lega Nissena questa crociata va a “sostegno degli agricoltori italiani e siciliani”. Da qui l’idea di promuovere l’iniziativa “Boicottiamo chi importa prodotti in concorrenza con le produzioni nostrane” perchè a detta di Fuschi “anche piccoli ma concreti segni di solidarieta’ sono utili a far capire, a coloro che, per fini speculativi, sono disposti a tutto che i cittadini si sono svegliati e non sono piu’ disposti a fare le vittime sacrificali sull’altare della speculazione”.

Pertanto si invitano i Nisseni a segnalare a questo Movimento gli esercizi commerciali che trattano tali prodotti, indicandone la tipologia e la provenienza, raccoglieremo queste segnalazioni, le verificheremo e prepareremo un dossier con i nomi di tali esercizi commerciali invitando a boicottarli in difesa del prodotto Italiano.

Le segnalazioni potranno essere dirette al gruppo facebook Lega Nissena Movimento per il cittadino.